?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Corri Uomo Corri
Run Man Run
Chester Himes 
blank
Romanzo, Stati Uniti 2006
280 pp.
Prezzo di copertina € 16
Traduzione: Luca Conti
Editore: Giano , 2006
ISBN 88-7420-068-4


Giano

Jimmy Johnson è l'unico sopravvissuto (nero) ad un massacro futile e crudele perpetrato da un poliziotto (bianco) completamente allo sbando. L'intreccio delle loro esistenze sullo sfondo di una cupissima New York è un tuffo in un girone dantesco di ambiguità e paura.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Corri Uomo Corri: Nel cuore di tenebra di New York, la caccia all'uomo di Chester Himes

Possiamo restarcene qui tutta la notte, a discutere di cosa è giusto e cosa è sbagliato. Tu hai la tua opinione, e io ho la mia. Non riuscirai a convincermi, e io non posso convincere te. Saranno mille anni che la gente discute di giusto e sbagliato. Io ne ho abbastanza. Ho tutte le intenzioni di uccidere quel farabutto schizofrenico e continuare a vivere la mia vita.

Un detective psicopatico ed alcoolizato, una femme fatale che sprizza odore di pericolo da tutti i pori, un innocente perseguitato pronto a diventare carnefice a sua volta e un'altra mezza dozzina di personaggi che sguazzano nell'ambiguità morale popolano le quinte cupe e nerissime di Corri uomo corri. Un romanzo di Chester Himes che comincia in modo devastante e ben presto trascina il lettore in "un mondo di orrore sempre più nero". I ruoli s'intrecciano e si sovrappongono, le prede diventano cacciatori e le differenze tra i bianchi e i neri, nelle strade senza speranza di una New York livida e maestosa sono azzerate e non perché le ombre del razzismo e della segregazione siano sfumate (anzi), ma perché il fallimento generale di un'idea, di un sogno e persino di un mondo sembra coinvolgere tutti. Scrive Chester Himes in uno dei passaggi più espliciti di Corri uomo corri : "Forse era successo appena la notte scorsa, oppure molto tempo fa. Ma, da qualche parte, all'ingranaggio dell'american way of life era saltato un dente; o magari era proprio una questione di cuore. Il cuore che aveva perduto un battito, senza più recuperarlo". E con un ritmo tambureggiante, e senza una parola di consolazione per l'infausto destino dei suoi personaggi, Chester Himes trasforma un romanzo noir in una sorta di straordinaria suite jazzistica. Da non perdere, anche quarant'anni dopo.

Marco Denti  (02-02-2006)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 2.8 (25 voti)
 

Dello stesso autore
Rabbia a Harlem
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom