?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Taboo Tunes
Taboo Tunes. A History of Banned Bands & Censored Songs
Peter Blecha 
blank
Musica, Stati Uniti 2004
350 pp.
Prezzo di copertina € 18,50
Postfazione: Marco Masoni
Traduzione: Giuseppina Oneto Gabriele Masini
Editore: Arcana , 2005
ISBN 88-7966-388-7


Arcana

Dai primi blues a Steve Earle, dai jazzisti ai punks, da Elvis a John Lennon, la censura delle canzoni e della musica nel ventesimo secolo ha conosciuto una moltitudine di forme, modelli e interventi che vengono riletti con una scrupolosa ricostruzione storica.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Taboo Tunes: La musica fuorilegge

La storia dimostra che quando nella muisca di una società vengono introdotti nuovi ritmi, c'è sempre qualcuno che la prende malissimo.

Nella doverosa premessa, Peter Blecha sostiene che la censura, "l'atto prepotente con cui le forze politiche e/o sociali" nella sua definizione, rendono inaccessibile la conoscenza è una storia vecchia che risale ai tempi dei tempi. Sarà, ma è altrettanto vero che si tratta di un argomento che ha infinite capacità di rinnovamento e che purtroppo è sempre attuale. Se la censura è sempre particolarmente pericolosa, nell'ambito scandagliato da Taboo Tunes, ovvero la musica popolare, è ancora più odiosa perché va a colpire un'importante valvola di sfogo delle tensioni individuali e sociali, nonché uno strumento, per sua stessa definizione, a disposizione di tutti. Taboo Tunes, con una piccola e pertinente appendice dedicata esclusivamente all'Italia, racconta la storia di censure e autocensure, grandi e piccole, che hanno solcato cinquant'anni di storia del rock'n'roll e lo fa senza scomodare argomenti sociologici, filosofici o antropologici, ma semplicemente descrivendo quando, per dirla con Kris Novoselic, "politici complici, capi religiosi, autorità morali, tutti rivelano il loro vero volto quando l'allarme comincia a suonare". Allora i bersagli sono relativi perché la censura colpisce Frank Zappa e i Jane's Addiction, i bluesmen e i rapper, bianchi e neri, senza distinzione. Basta essere scomodi o appena sopra le righe o, più spesso, è sufficiente non essere allineati e inquadrati, ma questa è anche cronaca quotidiana e Taboo Tunes oltre ad essere un bel libro è anche un atto di resistenza, molto documentato e molto civile. Nell'edizione italiana è stata aggiunta una postfazione (di Marco Masoni), molto pertinente e altrettanto dettagliata, dedicata esplicitamente alla censura nel nostro paese, un ambito in cui, purtroppo, non siamo secondi a nessuno.

Marco Denti  (02-02-2006)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 2.93 (59 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom