?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Love Generation
Love Generation
Carlo Masi 
blank
Inchiesta, Italia 2005
224 pp.
Prezzo di copertina € 12,50
Editore: Castelvecchi , 2005
ISBN 88-7615-087-0


Castelvecchi

La storia, i protagonisti, i luoghi e le date del movimento hippie, che negli anni ’60 conquistò milioni di giovani in tutto il mondo mettendo a nudo i più radicati tabù della borghesia: la repressione sessuale, i pregiudizi religiosi, politici e sociali, l’ipocrisia della guerra del Vietnam. In appendice, una guida alle 32 persone più influenti dell’era hippie e un vocabolario di terminologia hippie.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Love generation: L’amore al tempo degli hippie

If you’re going to San Francisco be sure to wear
some flowers in your hair.


Tomas Cahill, capo della Polizia di San Francisco, definì quei giovani dinoccolati, con i capelli lunghi, i vestiti colorati e l’atteggiamento mite Love Generation. Pur non essendo un sociologo o un creativo, Cahill aveva colto alla perfezione l’essenza del movimento hippie (da ‘hip’, trendy), che sul finire degli anni ’60 segnò un capitolo essenziale della storia filosofica ed estetica della società occidentale: la centralità dell’amore, spirituale, sessuale, totale. Un efficace sincretismo di mistica orientale, espansione della coscienza, utopia libertaria, ribellione allo status-quo che come vuole la antica tradizione pagana si abbevera delle sensazioni fornite dalla assunzione di diverse sostanze psicotrope (hashish, marijuana e lsd, ma anche eroina e anfetamina) e si scioglie nella ritualità di una musica definita ‘psichedelica’. Ingenui? Modaioli? Artefatti? Certo, come lo sono sempre gli uomini. Ma anche freschi, spiazzanti, intensi, teneri, belli. Lo spontaneismo dei primi vagiti del movimento hippie, con le performance artistiche estreme, la lotta alla segregazione razziale e il pacifismo lasciò presto il posto ad uno sfruttamento consumistico dell’estetica hippie: come sempre accade il mercato aveva fagocitato i suoi nemici. L’estetica si svuotò di contenuto, il significante perse per strada il significato, l’industria discografica trasformò lo sperimentalismo in dollari, i capi colorati passarono dalle bancarelle alle boutique alla moda. Ma restano indelebili nella memoria Monterey, Woodstock, la Summer of Love, Haight-Ashbury, lo scuolabus Further, lo Psychedelic Shop, i Diggers, le comuni. Il breve saggio di Carlo Masi, grazie anche ad una serie di efficaci appendici, glossari e liste e ad un apparato iconografico di tutto rispetto (hippie pin-up comprese) ci restituisce l’energia del periodo intatta e lascia addosso un brivido di rimpianto, di invidia per chi ha vissuto quegli anni. Per la Love Generation, insomma. Make love, not war...

David Frati  (25-10-2005)

Leggi tutte le recensioni di David Frati


Vota il libro!
La media è 2.73 (45 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom