?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Frutto amaro
Bitter fruit
Achmat Dangor 
blank
Drammatico, Sudafrica 2001
336 pp.
Prezzo di copertina € 18
Curatore: Itala Vivan
Traduzione: Valeria Bastia
Editore: Frassinelli , 2005
ISBN 88 7684 839 8


Frassinelli

Sudafrica, dopo apartheid. Silas Ali, un ex attivista dell’African National Congress incontra Du Boise, ex poliziotto e torturatore del vecchio regime. Vent’anni prima, Du Boise aveva stuprato Lydia, moglie di Silas, davanti al marito ammanettato. Da quella violenza nacque Mikey, che ora frequenta l’università. Questo incontro riporta a galla le sofferenze e le cose non dette da quell’oscuro momento.

naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio naldinagrigio

Frutto amaro: A volte ritornano

Il pomeriggio volgeva al termine, sprazzi di luce imbrigliati tra il fogliame degli alberi, rami smossi, il cielo che imbruniva calmo. Nell’aria un odore di pioggia. Una ragazza in compagnia di alcuni crostacei seduta al tavolo accanto. Un giorno anche a lei verrà una mascella pronunciata, ma adesso è deliziosa con quell’aria seduttrice, valutò Silas, brizzolato e snello, per la sua età.

Una famiglia, il guscio di normalità che la tiene unita che si rompe a seguito del ritorno di un fantasma del passato, un figlio che scopre di essere nato dalle violenza di un poliziotto avvenuta vent’anni prima, un viaggio nella fragilità dei rapporti umani.

La scrittura è vivida e intensa, potente e ricca di tensione. Anche se il libro sembra ruotare un po’ troppo ossessivemente attorno ai tre personaggi Lydia, Silas, e Mikey, uniti in un dramma familiare fatto di isolamento, dolore e paura la storia, commovente e a tratti non priva di ironia, riesce a coinvolgere quanto basta per arrivare speditamente al termine del racconto.

Ambientato a Johannesburg dove l’autore ha vissuto molti anni, questo romanzo affronta i temi che lacerano il sudafrica e le inquietudini di questo complesso periodo storico, e ricorda che le ferite del tradimento non sempre si possono guarire. Alla fine, ognuno andrà incontro al proprio destino.



S. M.  (18-09-2005)

Leggi tutte le recensioni di S. M.


Vota il libro!
La media è 2.88 (25 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom