?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Peccati veniali
Peccati veniali
AA.VV. 
blank
Antologia, Italia 2004
158 pp.
Prezzo di copertina € 12,50
Curatore: Antonio Veneziani
Introduzione: Antonio Veneziani
Editore: Coniglio , 2004
ISBN 88-88833-28-5


Coniglio Editore

Ventinove racconti. Un pittore e uno scrittore guardano film porno fantasticando su prossimi incontri; una donna porta la teoria secondo la quale l’uccello di un uomo è la sintesi tra il suo mignolo sinistro e il suo alluce destro alle estreme conseguenze; un uomo paragona la sua vita sessuale con quella del padre, vissuto nell’Italia del dopoguerra; un ragazzo di Milano ha una relazione sessuale con due fratelli tunisini...

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Peccati veniali: Pro e contro del minestrone

Non abbiate paura. E’ una prodiga periferia lussuriosa e ricca di sguardi-promessa, di corpi-chimera. Portate i vostri accessori per fottere, portate i vostri desideri proibiti. Acerbi o spietati, sadici o infantili.

Ricordate quel monologo di Giorgio Gaber che faceva così: “(...) Ad esempio un minestrone, sì un bel minestrone con dentro tanta roba, tanta verdura, bello anche da vedere, anche come fatto culturale, per dire. Sì, tu ce l’hai lì davanti fumante, colorato, pieno di sedani, rape, finocchi, carote, eccetera, eccetera, eccetera… e mangi, anche perché hai fame e quindi lo mangi. Sì, mangi tutto anche se non è che del minestrone ti interessa tutto: certo, non puoi mica metterti lì a selezionare, a dividere con le mani, sarebbe difficile, scomodo e anche maleducato, quindi mangi tutto anche se in realtà del minestrone ti interessa… a me personalmente del minestrone interessa la carota, è evidente che mi interessa la carota per le sue proprietà eccezionali d'altronde ben note”? Lo stesso discorso si può applicare senza spostare una virgola alla divertente antologia a cura di Antonio Veneziani, che coinvolge importanti nomi della narrativa italiana (Alessandro Golinelli, Riccardo Reim, Francesca Mazzuccato), personaggi del mondo dello spettacolo (Ivan Cattaneo e Tinto Brass, ad esempio) e un folto gruppo di giovani scrittori promettenti, tra i quali va citato Massimiliano Parente, che con il suo fulminante, elegantissimo “La cosa” firma il racconto più bello del libro. Accanto a squarci di erotismo raffinato o raffinatamente brutale, infatti, troviamo anche racconti stanchi, abbozzi  sprecati, ordinarie amministrazioni. Varietà di linguaggi che arricchisce o pericolosa oscillazione che abbassa la qualità media? La prima tutto sommato, anche se occorre dire con franchezza che qualche racconto è decisamente al di sotto del livello di guardia. La sensazione è quella di un giro sulle montagne russe, insomma, tra sbalzi di pressione che schianterebbero un dirigibile Zeppelin. Su e gił, gił e su... Il tutto rigorosamente senza smettere mai di trombare, ovvio.

David Frati  (19-07-2005)

Leggi tutte le recensioni di David Frati


Vota il libro!
La media è 3.36 (33 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom