?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
William S. Burroughs The black rider
William S. Burroughs The black rider
Marco Denti 
blank
Biografia, Italia 2005
90 pp.
Prezzo di copertina € 5
Editore: Bevivino , 2005
ISBN 8888764429


Bevivino

La vita tormentata di uno tra i più geniali e trasgressivi scrittori americani del '900, un'esistenza sregolata segnata da un tragico destino. Tossicomane, fuorilegge e vagabondo perennemente in esilio, Burroughs uccise la moglie in circostanze non del tutto chiarite e perse tragicamente il giovane figlio. Attraverso citazioni dalle opere più significative dello scrittore americano e brani di interviste, si dipana un percorso di vita accidentato ma affascinante.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

William S. Burroughs The black rider: Pecora nera e sciamano

Accetto qualsiasi lavoro, qualsiasi identità, qualsiasi persona. Faccio qualsiasi cosa difficile, pericolosa o palesemente sporca purché il prezzo sia adeguato.

"Unico erede maschio della Burroughs Machine Corps St. Louis Missouri. Laureato ad Harvard Beta Kappa 37 con ricerche postlaurea in antropologia e psicologia alla Columbia. Per gli ultimi quindici anni sono stato noto come tossicodipendente e omosessuale": così si presentava lo stesso William S. Burroughs ad un redattore del Chicago Review che gli chiedeva una breve nota biografica da pubblicare assieme alla recensione del suo primo libro. Una descrizione sfrontata, forse provocatoria, ma fedele alla realtà del rampollo di una ricca famiglia (il nonno aveva brevettato la calcolatrice) che sin dall'adolescenza aveva mostrato di preferire i fucili, la morfina e i compagni di letto maschi alla tranquillità di un'esistenza alto-borghese (sempre vivendo di rendita, va sottolineato onestamente). Ricoverato per un breve periodo in un ospedale psichiatrico e riformato dal servizio militare (si era negli anni della seconda Guerra Mondiale, mica scherzi), Burroughs fa del suo incontro con gli studenti universitari Allen Ginsberg, Jack Kerouac, John Clellon Holmes, Hal Chase e Lucien Carr il catalizzatore per il suo talento poetico. Messa a punto la celeberrima tecnica del 'cut-up' (un collage solo apparentemente caotico di suoi e altrui testi che assemblati in un modo diverso assumono significati insospettati), Burroughs avrebbe poi scritto romanzi memorabili, scioccanti, rivoluzionari, diventando il guru della controcultura per mezzo secolo, tra eroina, peyote, teorie del complotto e musica rock (negli anni '90 ambient e trip-hop, media forse più adatti al suo linguaggio poetico). Marco Denti ripercorre sinteticamente tutta la parabola terrena del grande scrittore, analizzandone l'opera, l'evoluzione artistica e politica, non nascondendo le contraddizioni dell'uomo Burroughs e soffermandosi in particolare sugli interrogativi che ancora gravano sulla drammatica fine di sua moglie (uccisa - pare per sbaglio - da Burroughs durante un gioco con una fucilata in testa) e sulla morte solitaria di suo figlio, morto a nemmeno trent'anni su un marciapiede col fegato spappolato dall'alcol (anzi, i fegati, dato che il ragazzo fu tra i primi pazienti sottoposti a trapianto epatico). Un libro asciutto, sintetico, dal download veloce, che sa trovare le parole per raccontare, soprattutto alle nuove generazioni, vita morte e miracoli di un genio dall'anima nera e dallo smisurato talento.

David Frati  (16-07-2005)

Leggi tutte le recensioni di David Frati


Vota il libro!
La media è 3.46 (28 voti)
 

Dello stesso autore
Alias Bob Dylan-L'odissea dei nuovi Dylan
U2 a Sarajevo
Quello che conta
Rock'n'Roll

Altri libri per parola chiave
Cittą della notte rossa
La macchina morbida
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom