?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Homo Faber
Homo Faber
Max Frisch 
blank
Romanzo, Svizzera 1960
186 pp.
Prezzo di copertina € 10
Traduzione: Aloisio Rendi
Editore: Feltrinelli , 2005
ISBN 88-07-83005-1


Feltrinelli

Walter Faber viaggia dall'America all'Europa, coltivando l'ossessione di un ricordo, della sua razionalità e di un tempo che sembra sfuggirgli. Un'avventura che cerca di trovare un luogo in un mondo che offre soltanto passaggi.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Homo Faber: Viaggio al centro dell'uomo

Per il solo fatto che parliamo del probabile, anche l'improbabile vi è sempre già incluso, e precisamente in quanto caso limite del possibile, e quando capita che avvenga, questo improbabile, non c'è per noi nessun motivo di meraviglia, di commozione, di mistificazione.

Razionale, preciso, metodico Walter Faber è la quintessenza dell'uomo moderno: viaggia, comunica, non ha paura ed è profondamente ancorato alle sue certezze ("Per accettare l'improbabile come fatto d'esperienza non ho bisogno della mistica; mi basta la matematica"). La sua fiducia in una vita quasi meccanica è però travolta dall'amore perduto per una donna (Hanna), lontana nel tempo e nella storia che lo porta ad essere condannato dall'emozione, dall'istinto e dal caracollare repentino degli eventi. Il sottotitolo ("resoconto") è appropriato perché Homo Faber è più un diario che un romanzo anche perché, come scriveva Christa Wolf "la prosa di Frisch ha una dimensione al di fuori, al di là delle trame che pure racconta". Un parere ancora più autorevole è quello di Eugenio Montale che fiuta tra le righe un futuro ancora più complesso: "Dire che Homo Faber è un'opera che si fa leggere con estremo interesse è un atto di semplice giustizia; ma è altrettanto giusto rilevare che il personaggio di Faber porta sin dall'inizio una facile etichetta, troppo indovinabile. La tragedia del moderno uomo tecnico non può essere esemplata da un caso tanto abnorme, né da un individuo così palesemente costruito per la soluzione finale". Lo scriveva nel 1960, all'epoca della prima edizione di Homo Faber che oggi, ripubblicato in occasione del cinquantesimo anniversario della Feltrinelli, è, volendo, ancora più attuale. Un classico, ormai.

Marco Denti  (06-07-2005)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 3.21 (88 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom