?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Con le peggiori intenzioni
Con le peggiori intenzioni
Alessandro Piperno 
blank
Romanzo, Italia 2005
304 pp.
Prezzo di copertina € 17
Editore: Mondadori , 2005
ISBN 88-04-53802-3


Mondadori

Daniel Sonnino è il nipote del famigerato Bepy, dongiovanni incallito, ex abbiente bottegaio, ebreo sui generis, romano, amante della vita, degli agi che non si poteva permettere e delle donne giovani e già impegnate. Daniel è il diretto discendente di un uomo che ha conosciuto poco, di cui solo ricorda alcune particolarità, di un nonno che si è lasciato morire dopo aver vissuto alla grande, senza mai farsi mancare nulla e senza pensare troppo alle conseguenze della sua vita avida di tutto. Daniel si racconta, parla di Bepy e della sua famiglia, di suo padre Luca, di suo zio Teo, di suo fratello Lorenzo e di Fiamma, sua madre, capitata quasi per caso “senza titolo alcuno” nel clan Sonnino, cercando di capire cosa ha in comune con tutti loro, cosa invece lo rende diverso e quanto è stato condizionato da quello che ha ereditato. Daniel è un giovane uomo solo, è stato un adolescente solissimo ma così preso da se stesso e da quanti hanno vissuto prima di lui da sentirsi forte dei suoi fallimenti e vittorioso rispetto a tutti quelli che hanno decretato la sua “prima fine”.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Con le peggiori intenzioni: Nessuna intenzione migliore di questa

E, infine, quel denso vapore che esce dalla porta spalancata del bagno, che sa di doccia, di sapone, di borotalco, di colonia, di sigaro toscano: si tratta della parte gassosa (la più prelibata e inebriante) dell'anima di Bepy.
Perchè? Chi è Bepy?
L'impressione è di trovarsi di fronte agli strumenti d'un prestigiatore. Qui, nel fatiscente casino di caccia è chiuso il segreto del successo di Bepy Sonnino, formidabile collezionista di miti di latta e di platinate fregature.
Ecco chi è Bepy.


Non riesco a trovare un solo motivo per non amare questo libro. È vero, all'inizio si compie una fatica titanica ad entrare nella storia, la scrittura è curatissima, i termini scelti con zelo maniacale, lo stile ricercato e il ritmo narrativo incalzante; ma questa è solo una piccola parte della ricchezza di questo romanzo, solo il tintinnante contorno ad una narrazione speciale, spietata, ironica, crudele, viva che ti fa strabuzzare gli occhi quando pensi di non conoscere la metà dei termini utilizzati dall'autore, mentre ti scopri a ridere di certe folgoranti battute o ad annuire con il capo pensando che sì, è vero, quello che lui scrive è proprio ciò che hai sempre pensato anche tu! Alessandro Piperno ti conquista con le sue parole da professore erudito, con il resoconto, più che il racconto, di un mondo che esiste ma che pochi conoscono, con l'affascinante figura di Bepy, da odiare o da amare senza mezzi termini, uomo che comunque vorresti conoscere, poter frequentare, osservare in azione. Religione, politica, sesso, amore, sentimenti e cultura sono tutti qui, nei ricordi di quello che Bepy Sonnino è stato, nelle azioni di rivalsa di Nanni Cittadini, nelle reazioni indotte dei nipoti Daniel e Gaia. Tutto ha un senso, ogni personaggio è una scoperta, e nessuno è superfluo alla vicenda narrata. Non potrei fare a meno della principessa Sofia, di nonno Alfio, di Diamante Arcieri, del cugino Lele anche se appaiono poco e dell'Arabo, il cameriere snob di un esclusivo bar in una delle zone più esclusive di Roma, amante di Lev Tolstoj e cultore di Guerra e pace. Una figura costruita e raccontata in maniera lieve e solenne, un pezzo importante in questa storia dolorosa e pulsante, nella vicenda di una famiglia che poi diventano due, unite dalle morti e dalle sconfitte, ma anche dalla voglia di continuare, di farla vedere a chi c'è ancora e a chi soprattutto non c'è più; la storia di un elegante cadavere che ha lasciato dietro di sé tante piccole morti ma che ha regalato a tutti la giusta ricetta per vivere in maniera più leggera e consapevole.

Alice Scolamacchia  (15-03-2005)

Leggi tutte le recensioni di Alice Scolamacchia


Vota il libro!
La media è 3.18 (60 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom