?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Non ora, non qui
Non ora, non qui
Erri De Luca 
blank
Romanzo, Italia 1998
96 pp.
Prezzo di copertina € 5,50
Editore: Feltrinelli , 1998
ISBN 8807811952


Feltrinelli

Guardando una fotografia scattata dal padre, il narratore ripercorre le tappe più importanti della sua vita. Improvvisamente la scena fotografata si ingrandisce,  la gente prende dimensioni reali finché il narratore entra nell’immagine e descrive l’ambiente: la strada, il fumo scuro delle auto, i negozi, le vetrine, le insegne pubblicitarie. Tra i passanti nota, in particolare, una donna che attraversa la strada per salire su un autobus. Il protagonista si trova all’interno del mezzo e, attraverso il vetro, riconosce in quella persona sua madre...

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Non ora, non qui: La luce e il buio, la gioia e il dolore, la vita

Si dice che le mamme non abbiano età. Tu eri il sempre, nascevi la mattina, morivi la sera, comparendo e disparendo dalla stessa porta, conducendo la luce del mattino e portandola via dietro di te la sera, lasciando una piccola striscia di lume sotto la porta che chiudeva male.

Esiste un tempo che non ha giorni né ore, un tempo in cui passato e futuro si mescolano, in cui le emozioni ritornano a galla suscitando contemporaneamente gioia e tristezza. È il tempo della memoria, un tempo che non conosce età e che, pur avvertendo con malinconia lo scorrere del tempo, sbiadisce il ricordo di nomi e volti ma conserva intatta l’intensità delle emozioni. Basta un’immagine, basta una parola, una frase, per stuzzicare la memoria e ritrovarsi oggi a provare la stessa sensazione provata in un tempo passato.

Sono pochi gli scrittori che riescono, esternando i propri sentimenti, a risvegliare anche quelli degli altri. Che hanno il dono di trascrivere sulla carta l’invisibile, di dare colore alla trasparenza delle emozioni.

In tal modo, partendo da situazioni autobiografiche, narrando le vicende di una comunissima famiglia napoletana, Erri de Luca riesce a creare nel lettore una forte identificazione di modo che egli ritrovi, fra le pagine del libro, sentimenti provati nella vita reale.

 “Perlustro con gli occhi i visi dei passanti, fra essi vedo il tuo, mamma”: la scrittura di De Luca è molto profonda quando si descrivono i rapporti con i familiari. Un’analisi accurata che sottolinea come, nonostante l’amore, sia impossibile per un genitore penetrare nella mente di un bambino (allo stesso modo ci sono situazioni che un figlio non riesce a comprendere, se non dopo tanti e tanti anni). Di fraintendimenti, di rimproveri non meritati, di discorsi che feriscono involontariamente e di parole non dette, questo libro è pieno. E, con l’atteggiamento di chi, alla fine della propria vita, ripensa saggiamente al passato, il narratore ricorda e ricostruisce le situazioni come se volesse ricucire i rapporti, consolidare gli affetti, riempire i silenzi.

Nel corso della narrazione i piani temporali si sovrappongono e, come il presente e il passato, anche la vita e la morte si intrecciano. Le pagine diventano più tristi quando il narratore racconta della perdita del migliore amico e del tradimento più doloroso. Il mare, luogo privilegiato dell’infanzia, sinonimo di libertà, di indipendenza, di trasparenza, diventa improvvisamente il peggior nemico dell’uomo provocando ferite indelebili a chi, nato vicino al mare, il mare lo porta dentro per cui lo ama e lo teme insieme. Anche nella vicende più drammatiche e nonostante il velo di malinconia che caratterizza il romanzo, la scrittura non è mai patetica, seppur dolce e toccante. Il tono è serio ed intenso, profondo e delicato. La musicalità delle frasi e la scelta dei vocaboli usati sottolineano una ricerca stilistica ben riuscita per un libro che si conclude da dove è iniziato, in un’atmosfera mistica, come se l’autore volesse chiudere idealmente un cerchio.



Sabrina Sciabica  (05-02-2005)

Leggi tutte le recensioni di Sabrina Sciabica


Vota il libro!
La media è 3.14 (115 voti)
 

Dello stesso autore
Alzaia
Tre cavalli
In alto a sinistra
Solo andata
Chisciotte e gli Invincibili. Il racconto, i versi, la musica
Il peso della farfalla
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom