?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
L'intruso
L'intruso
Carla Cerati 
blank
Romanzo, Italia 2004
176 pp.
Prezzo di copertina € 13
Editore: Marsilio , 2004
ISBN 88-317-8401-3


Marsilio

Un'adolescenza interrotta dalla morte prematura di una madre idealizzata, un rancore indigeribile per un padre padrone collerico e anaffettivo riemergono quando il genitore tanto odiato, ormai centenario e diventato vedovo per la seconda volta, ripiomba nella vita dell'anziana figlia pretendendone le cure.
Spettro molesto di un passato che sembrava ormai lontano, l'intruso è un vecchio irascibile e dispotico che diventa facile persecutore di una figlia che si fa vittima ostinata delle sue angherie.


naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio naldinagrigio

L'intruso: Onora il padre

Il cuore conosce ragioni che la ragione non intende.

Cosa può accadere quando una figlia ormai anziana si trova a dover accudire un padre che non vede da anni e verso il quale non ha mai nutrito altro che disprezzo?
Può accadere che la compassione superi il disprezzo, che il passato venga dimenticato, che l'età smussi certi tratti e li addolcisca di una nuova tenerezza; oppure il disprezzo può perdurare, sedimentare e farsi strada attraverso gli anni rimanendo intatto o addirittura intensificandosi come l'aroma di un vino invecchiato.
Rivedendosi dopo anni, Fosco e Adriana, padre e figlia, si annusano da lontano come cani che si incontrino per strada. Non si riconoscono, non si piacciono, le loro vite appartengono a mondi distanti, inconciliabili, nemici.
Presto tornano ad emergere dolori sopiti dal tempo, ricordi, paure, rancori. Più il tempo passa più lei lo disprezza, più lei lo disprezza più lui si fa pressante, eppure l'invisibile patto tra vittima e carnefice è più forte e lei lo asseconderà fino in fondo, fino al punto da sentirsi in colpa ogni volta che non cederà alle sue angherie.

Testimone impotente di questo gioco sadomasochista è l'amica di Adriana che, insieme al lettore, si stupisce, si indigna e, alla fine, si arrende nel vedere i risultati della tortura che Adriana inspiegabilmente si autoinfligge, imboccando senza freni proprio quella strada che nessuno immaginava lei avrebbe deciso di percorrere, la strada del sacrificio, dell'autodistruzione, della rinuncia a se stessa.

L'intreccio, che avrebbe potuto essere ben più stimolante se si fossero seguiti certi fili sparsi qua e là (come l'idea dell'intervista o quella dell'indagine psicologica) e mai più ripresi, è piuttosto scarno e ridondante e la storia resta così a metà strada tra il romanzo introspettivo e la commedia grottesca non riuscendo, però, a dar il gusto né dell'uno né dell'altra.



Alessandra De Cuia  (21-12-2004)

Leggi tutte le recensioni di Alessandra De Cuia


Vota il libro!
La media è 3.04 (65 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom