?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Salmi e canti
Psalms and Songs
Malcolm Lowry 
blank
Antologia, Inghilterra 1975
325 pp.
Prezzo di copertina € 25
Curatore: Margerie Lowry
Traduzione: Bruno Amato Vincenzo Mantovani
Editore: Feltrinelli , 2004
ISBN 88-07-53011-2


Feltrinelli

Un'antologia di racconti e di saggi per un grande outsider della letteratura moderna.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Salmi e canti: Nel cuore di tenebra di Malcom Lowry

Non puoi fidarti di quelli che sono troppo prudenti. Come scrittori o come bevitori. Il vecchio Goethe non può essere stato un uomo in gamba quanto Keats o Chatterton. O Rimbaud. Quelli che bruciano.

Esagerato, caotico, folle: un viaggiatore alla disperata ricerca di un'anima, uno scrittore che non scrisse mai nemmeno un autografo (dettava tutto alla moglie), un narratore che visse le sue storie mentre le dispiegava e un personaggio che attraversò la vita come fosse un romanzo. Malcom Lowry è stato tutto questo e nel suo indomito vagabondare tra il mare e il Messico, tra l'illusione e la realtà, seguendo una sua unica, personalissima rotta ha tracciato il perfetto identikit del sognatore e dell'outsider. Era protagonista soltanto nel "suo mondo ubriaco che gira follemente", e da tutto il resto (la banalità, i commerci, i tran tran) era sempre in fuga e questo lussuoso volume è, con ogni probabilità, l'omaggio migliore che gli si poteva rendere, a quasi cinquant'anni dalla sua scomparsa. Nella parte dedicata ai Salmi racchiude una pregevole selezione dei suoi racconti (compreso Sotto il vulcano che è poi l'embrione dell'omonimo romanzo, forse il suo capolavoro) che svolge anche una funzione antologica. Si tratta di materiale spesso già pubblicato in riviste o in altri volumi (c'è anche una prima versione di un capitolo di Ultramarina, per esempio), però assemblati insieme ai saggi (sempre pertinenti, spesso calorosi) danno un'idea concreta dell'identità dell'uomo e dello scrittore. Tra questi va segnalato almeno quello di Downie Kirk, che ha il merito di riscoprire la tensione di Malcom Lowry verso la scrittura, descritta con la sua stessa voce: "Quando lavoro ad alta intensità la stesura anche del minimo biglietto spesso mi richiede un tempo incredibilmente lungo, una sorta di aberrazione psicologica dovuta senza dubbio al fatto che l'attenzione narcisistica che talvolta si spende nella prosa ti fa dimenticare che una lettera dovrebbe essere spontanea e al diavolo i punti e virgola, visto che il tuo amico in ogni caso non è quello che vuole vedere ma è semplicemente interessato ad avere tue notizie". Visse esattamente come scriveva, con lunghe ed interminabili pause dedicate alle sue fughe (e all'alcool, un compagno inseparabile) e momenti di un'intensità bruciante, come la sua fine che, come scrisse per un suo personaggio, "tutto sommato fu una morte gloriosa. A quei tempi uno sapeva davvero come mollare tutto e sparire".

Marco Denti  (31-08-2004)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 2.9 (31 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom