?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
mi ricordo
mi ricordo
Matteo B. Bianchi 
blank
Diario, Italia 2004
94 pp.
Prezzo di copertina € 10
Editore: Fernandel , 2004
ISBN 88-87433-43-7


Fernandel

Partendo da un idea di Georges Perec, B.Bianchi realizza un libro fatto di ricordi d'infanzia e adolescenza, organizzati semplicemente in un elenco, per lo più privo di commenti.

naldina naldinamezzo naldinagrigio naldinagrigio naldinagrigio

Mi ricordo: Troppo facile, Matteo

Mi ricordo il latte nei cartoni piramidali.

Lo ammettiamo: siamo sempre stati dei fan di Matteo B.Bianchi. Fin da Generations of Love, abbiamo apprezzato il suo stile istantaneo, colorato, leggero. B.Bianchi riesce con un'economia di mezzi sorprendente ad avvincere il lettore, a divertirlo e interessarlo.
Ma, ahimé, le opere successive hanno sempre più mostrato i limiti narrativi dell'autore; non uno dei suoi lavori esce dal genere dell'autobiografia, a parte un paio di racconti (belli!), e quest'ultimo libro non fa eccezione. E la freschezza degli esordi sta lasciando il passo ad una frugalità che l'etichetta di "scrittura pop" non basta più a giustificare.
Se l'idea può essere interessante, la realizzazione lo è un po' meno, e quello che ne esce è un libro che chiunque, come l'autore stesso si affretta ad indicare, potrebbe scrivere per uso personale. La sequenza di ricordi appare francamente un po' ovvia, e il gioco di indurre il lettore a tuffi nostalgici e sorrisi compiaciuti spesso fallisce. Un libro del genere si presta forse più ad una lettura collettiva, dove ognuno apporta il suo contributo; infatti il nostro Matteo ha organizzato un ciclo di letture pubbliche di grande successo e seguito.


Vincenzo Vennarini  (08-07-2004)

Leggi tutte le recensioni di Vincenzo Vennarini


Vota il libro!
La media è 2.3 (20 voti)
 

Dello stesso autore
Fermati tanto così
Esperimenti di felicità provvisoria
Dizionario affettivo della lingua Italiana
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom