?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
La bestia nel cuore
La bestia nel cuore
Cristina Comencini 
blank
Romanzo, Italia 2004
214 pp.
Prezzo di copertina € 13,50
Editore: Feltrinelli , 2004
ISBN 88-07-01653-2


Feltrinelli

Franco e Sabina sono una coppia felice ma, quando Sabina resta incinta, sente il bisogno di allontanarsi, di andare a trovare il fratello in America, per cercare di ricostruire i ricordi confusi della loro famiglia, soprattutto per capire il significato di un sogno che la tormenta.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

La bestia nel cuore: incubo di famiglia

“Lascia dormire i morti e i sogni su di loro”.
Quella frase le ha ridato la vita. Certo, è così, i morti non hanno diritto di parola. Tutta la letteratura è piena di padri che riappaiono in sogno e decretano, ordinano la vendetta, causano la rovina dei figli. Vogliono comandare, essere ascoltati anche da morti, mentre la vita appartiene a chi deve decidere l’azione di ogni giorno.”


Al cuore attribuiamo in genere i sentimenti migliori, l’amore, la tenerezza, l’amicizia, ci riesce difficile collegare anche la malvagità al cuore, ed è per questo che il titolo del nuovo romanzo di Cristina Comencini, La bestia nel cuore, ci comunica una sensazione strana di disagio. Perché nel corso della narrazione la bestia assumerà aspetti diversi, non tutti necessariamente negativi- c’è un lato animale dell’uomo che può venire gloriosamente esaltato nel rapporto sessuale, come può invece abbrutirsi nella violenza di uno stupro, e c’è la bestia che si nasconde dietro i sentimenti d’affetto, il lupo travestito d’agnello, la perversione occultata tra le pareti domestiche. Tutto inizia con una scena di doppiaggio in cui Sabina deve prestare la voce ad una donna assalita mentre corre nel parco, proprio come fa Sabina stessa ogni mattina. In qualche modo il terrore di quelle parole non sue ridestano in Sabina un ricordo che non sa neppure di avere- ritorna in un sogno, lei bambina, suo padre, lei che si era risvegliata bagnata nel letto del padre. E adesso che sa di essere incinta, Sabina sente il bisogno di rivedere il fratello, professore di greco in America, per ristabilire un contatto, per capire il suo sogno. E’ un libro ricco e complesso, il romanzo della Comencini, che si svolge su parecchi piani con un gioco di rimandi. C’è il mondo della cultura greca e latina a cui appartiene la famiglia di Sabina che identifica fratello e sorella in Oreste ed Elettra sulla tomba del padre- anche Sabina e Daniele sono, per così dire, sulla tomba del loro padre, per farlo morire di nuovo ed andare avanti con la loro vita; c’è il mondo americano che vede i miti del vecchio mondo come qualcosa di affascinante e di esotico: è lì che Sabina deve approdare per prendere le distanze, perché questo è anche il mondo della psicanalisi che aiuta a superare- o almeno a capire- i traumi dell’infanzia, come ha fatto per Daniele che tuttora non riesce neppure ad accarezzare i figli. E poi c’è il mondo del cinema che Cristina Comencini conosce bene, con il compagno di Sabina che ha recitato in Doppio sogno di Schnitzler e il regista che ha in mente un film alla Fellini, perché il cinema, più di ogni altra arte, riesce a ricreare la fluttuante atmosfera del sogno. Intrecciato a tutto questo, al mito, al sogno, al film, c’è un romanzo dentro il romanzo, quello della donna che fugge dalla famiglia, senza dire niente, alla fine delle vacanze. E’ il libro che Sabina legge ad alta voce all’amica cieca che è innamorata di lei, forse perché ha sempre avuto timore della bestia nel cuore. Anche Sabina farà un tentativo di fuga, dal sogno, dal suo compagno che è il padre del bambino che finalmente nasce e si chiamerà Daniele. Come il fratello che aveva cercato di non lasciarla mai sola con il padre e che in America le aveva detto, “Lascia dormire i morti e i sogni su di loro”.

Marilia Piccone  (04-06-2004)

Leggi tutte le recensioni di Marilia Piccone


Vota il libro!
La media è 3.39 (48 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom