?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Ogni cuore umano
Any Human Heart
William Boyd 
blank
Romanzo, Inghilterra 2002
610 pp.
Prezzo di copertina € 17,50
Traduzione: Vincenzo Mingiardi
Editore: Neri Pozza , 2004
ISBN 88-7305-965-1


Neri Pozza

Logan Mountstuart è uno scrittore che nel suo diario, intimo e privato, racconta tutta la storia di un secolo, il Novecento, con tutte le sue arti e le sue guerre.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Ogni cuore umano: diario di un secolo

Scrivo seduto nella mia stanza. Ho la certezza di avere spedito il mio ultimo dispaccio dalla zona di guerra. E' ora di tornare a casa. Non sono mai stato così vicino alla morte, e ne sono terrorizzato. Gli abiti sanno di polvere d'intonaco, nella testa il fragore sordo-metallico-lacerante delle migliaia di proiettili che si schiantavano nella stanza. Pesciolino in uno stagno, pesciolino in uno stagno. Sdraiato in quella stanza avevo un solo altro pensiero per la testa: Freya, Freya che riceveva il telegramma che annunciava la mia morte. Che ci stai a fare qui, razza di folle? Fingi di averne bisogno, in realtà stai solo procrastinando il ritorno. Cosa rappresenta per te il Dusenberry Press Service? Va' a casa, razza di folle, pezzo d'idiota. Va' a casa e metti ordine nella tua vita.

E' un gioco di specchi deformanti, questo Ogni cuore umano di William Boyd. C'è uno scrittore che attraversa tutto il Novecento, un secolo drammatico, e incontra Picasso, Ernest Hemingway, Virginia Woolf, Ian Fleming. E' anche un personaggio sorprendente che si lascia alle spalle un'esistenza intensa e caotica, ricca di colpi di scena e di alti e bassi. Forse è anche un po' lo stesso William Boyd, autore prolifico e poliedrico che però non trova gli stessi riconoscimenti di Graham Swift, Ian McEwan e Martin Amis. Succede, fatte le debite differenze, anche al suo Logan Mountstuart di vivere la vita (e la scrittura) come "uno yo-yo, un gioco che frulla e rimbalza nelle mani di un bambino maldestro, un bambino che si affanna più del dovuto, troppo impaziente d'imparare come funziona il nuovo balocco". La confessione arriva nelle ultime pagine dei suoi diari perché, ecco l'unico trucco di William Boyd, Ogni cuore umano è scritto come se fosse lo stesso Logan Mountstuart a scrivere, giorno per giorno, decennio per decennio, le sue memorie. Ne esce un libro corposo (giustamente le pagine di un diario non potevano e non dovevano essere tagliate, e alla fine sono quasi seicento) con tutti i tic, le abitudini, le probabilità e gli imprevisti di uno scrittore eccessivo che ingoia la vita e la storia con lo stesso desiderio. A metà strada, più o meno durante la guerra civile spagnola, Logan Mountstuart diventa una presenza quasi familiare e il suo identikit emerge nitidamente, insieme al ritratto standard di uno scrittore del Novecento, che William Boyd deve essersi divertito a tracciare, prendendosi tutte quelle libertà che un'autobiografia vera e propria, non gli avrebbe concesso.

Marco Denti  (19-06-2004)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 3.26 (76 voti)
 

Dello stesso autore
Inquietudine

Articoli
Intervista a William Boyd
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom