?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Tre storie extra vaganti
Tre storie extra vaganti
Carlo M. Cipolla 
blank
Saggio, Italia 2003
100 pp.
Prezzo di copertina € 8,50
Editore: Il Mulino , 2003
ISBN 88-15-09585-3


Il Mulino

Tre momenti storico-economici curiosi: nel XIV secolo una famiglia di banchieri fiorentini ben poco onesti, i Bardi, concepiscono un diabolico piano approfittando della rete di connivenze a loro disposizione; nel XVII secolo gli europei quasi mettono in ginocchio l’economia turca con un complicato giro di oro; nel XVIII secolo in Francia viene pubblicato un trattato sul commercio che è attuale ancora oggi.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Tre storie extra vaganti: noi, voi, l'oro

Sono sempre e soltanto i cenci e gli stracci quelli che vanno all'aria

La leggendaria verve ironica del grande economista Carlo Maria Cipolla torna in primo piano grazie alla ristampa per i tipi de Il Mulino di uno dei suoi saggi più riusciti: Tre storie extra vaganti. Ricordato da tutti come un gentiluomo d’altri tempi, un uomo dalla cultura sconfinata e uno storico sempre in cerca della verità per quanto scomoda potesse essere, Cipolla in questo piccolo gioiellino ci narra tre aneddoti storici, tre episodi del nostro passato che magari non trovano ampio spazio nei manuali, ma che sono comunque preziosi per approfondire una delle caratteristiche umane più radicate: la cupidigia. Che si tratti delle imprese brigantesche a livello politico, monetario e militare dei famigerati Bardi, una famiglia che nella Firenze del Trecento maramaldeggiava con operazioni economiche a dir poco spregiudicate, oppure delle manovre del Regno di Francia, che scoperta la smodata passione delle dame turche del finire del ‘600 per i luigini, le monete d’oro di più piccolo conio circolanti Oltralpe, che le donne in questione usavano come gioielli, ne coniò una quantità immane (e con una quantità di oro truffaldinamente minore del dovuto) scombinando la già fragile economia ottomana, oppure infine dei consigli commerciali e dei giudizi antropologici di Monsieur Savary (che sugli italiani ad esempio annota: “Gentili e onesti. Non c’è carezza né buon trattamento che essi risparmino a coloro con cui fanno affari”), il minimo comun denominatore di queste storie fuori dal comune (extra vaganti, per l’appunto) è l’amore sconfinato, folle e inarrestabile dell’uomo per l’oro e per la ricchezza. Cipolla più che stigmatizzare questa letale debolezza la mette in ridicolo con la sua pungente ironia, che assieme ad uno stile scevro di arzigogoli e molto sintetico, fa di questo saggio una lettura estremamente piacevole e assolutamente consigliabile.

David Frati  (13-02-2004)

Leggi tutte le recensioni di David Frati


Vota il libro!
La media è 3.0 (38 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom