?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Storie della disperanza
Cuentos
Àlvaro Mutis 
blank
Racconti, Italia 2003
161 pp.
Prezzo di copertina € 11,50
Curatore: Gaetano Longo
Traduzione: Gaetano Longo
Editore: Einaudi , 2003
ISBN 88-06-16687-5


Einaudi

I personaggi più cari a Mutis si avvicendano come protagonisti di questi tredici racconti. Ancora un episodio della saga di Maqroll il Gabbiere, in Un Re Mago a Pollensa; la vita e la morte di Alar l'Illirico, enigmatico funzionario dell'impero di Bisanzio in La morte di uno Stratega; la cronaca di un'umanità brutale e tragica nel Diario di Lecumberri; intrighi internazionali e incontri ambigui nei racconti del diplomatico portoghese de I testi di Alvar de Mattos. E gli Intermezzi, "tableaux" che fissano tra luci e ombre un'istantanea della storia.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Storie della disperanza: vagabondaggi tra terra e mare

Quando in carcere le cose vanno male, quando qualcuno o qualcosa riesce a rompere la serrata fila dei giorni e li scompiglia e li rimescola in un disordine che viene da fuori, quando questo succede, ci sono certi sintomi infallibili, certi segni premonitori che annunciano l'imminenza dei giorni peggiori.

In questa raccolta di racconti, inediti o smarriti nelle varie edizioni delle sue opere, Mutis evoca una galleria di figure umane dense e dai tratti picareschi, tutte accomunate da un sentimento di accettazione lucida e consapevole della ineludibilità del loro destino, dalla consapevolezza della vanità delle illusioni. Storie appunto dalla disperanza, a cui è intitolata la raccolta. Personaggio emblematico di questa visione del mondo è Maqroll il Gabbiere, protagonista di Un Re Mago a Pollensa. L'epopea di Maqroll, marinaio e vagabondo, si snoda attraverso la produzione di Mutis fino ad approdare a quest'ultima avventura (continuazione di Jamil, dal libro Trittico di mare e di terra). Maqroll è un eroe disilluso ma proprio per questo sempre pronto a cogliere le occasioni episodiche di godere della vita, a stabilire relazioni di mutuo rispetto e affetto con persone affini. Un Re Mago a Pollensa raccoglie la confessione quasi commossa di questa esperienza, mentre suggella l'incontro tra Maqroll e il suo biografo-narratore con un sottile coup de théâtre.
Netta e lucida la cronaca del Diario di Lecumberri, che fa emergere dall'ombra delle celle e dei corridoi i personaggi che popolano il carcere, componendo di pagina in pagina una commedia umana che assume a tratti una grandezza da tragedia.
L'esperienza della vita con gli occhi della disperanza stimola, come testimonia il personaggio di Maqroll, il sentimento della vita come esperienza da vivere in modo completo. Nei Testi di Alvar de Mattos questo sentimento imprime alla rievocazione di incontri e avventure - con il loro corollario di esperienze - un senso di gusto per la vita e di serenità disincantata. Gli Intermezzi evocano invece una sequenza di ritratti storici nei quali il protagonista è fissato in uno stato d'animo, in un momento di meditazione sul proprio destino, come il Napoleone solitario e crepuscolare dell'Intermezzo a Shoënbrunn, o il Carlo V perso nel labirinto dei suoi dubbi nell'Intermezzo a Nizza.
Chiude Ia raccolta Intermezzo nell'Atlantico del Sud, dove una volta ancora è uno straniero, un uomo di mare, a esplorare l'esperienza umana, scegliendo di scendere fino al suo cuore di tenebra.


Paola Dell'Armi  (28-01-2004)

Leggi tutte le recensioni di Paola Dell'Armi


Vota il libro!
La media è 3.28 (92 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom