?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Domani si gira
Domani si gira
Ilaria Borrelli 
blank
Romanzo, Italia 2003
182 pp.
Prezzo di copertina € 12
Editore: Avagliano , 2003
ISBN 88-8309-129-9


Avagliano

Giovanna è una giovane aspirante regista che da tre anni ha una sola ossessione: girare il suo film. Alle spalle, soltanto la luce di un sogno. Nessuna amicizia. Nessun aiuto. Nessuna prestazione sessuale di alcun tipo. E così, con la densità di un fantasma si aggira dietro le quinte del bel mondo romano, mossa dalla propria forza di volontà e dal delirio di realizzare il film.
Ad accrescere queste sue difficoltà un padre insensibile, acido e violento, e una sorellina ruba-fidanzati. Dalla sua chiatta sul fiume Giovanna fugge come da un inferno metropolitano, a cavallo della sua montenbaik, per i lungoteveri di una Roma frenetica e incolore. La Roma dei tradimenti, delle illusioni. La Roma di facili quanto scontate profferte sessuali.
Giovanna scivola dentro questo mondo con la classe della sua forza, lasciando che le cose le sfuggano intorno, senza troppo prendersela e senza mai mollare, senza abbandonare il vecchio desiderio di diventare regista.
In un intreccio formidabile di eventi e di dialoghi, va avanti la caccia al produttore. Al fianco di Giovanna, persone pure, decise a non mollare: la trans Alexis e il candido Vito. Contro di lei, lo squallido Anacleto e la sua ricca consorte, nevrotica e rubastorie. Il tutto in un cocktail esplosivo e divertente, che ci conduce, passaggio dopo passaggio, al sudato quanto imperdibile finale.


naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Domani si gira: un film, ovvero le acrobatiche fatiche della vita

Mo' perchè se chiama Giovanna se crede d'esse quella che annava a cavallo e che nun la dava a nessuno! Guarda che te chiami Giovanna Molteni mica Giovanna D'Arco, hai capito? Che poi nun ce crede nessuno che era verginella quella! L'ha saltata pure lei la cavallina nun te preoccupà! Hai voglia se l'ha saltata!

Domani si gira è un libro divertente ed esilarante, che non tarda a mascherare il sentimento del dramma e del malessere con i toni smorzati della commedia e del sorriso. Il linguaggio è immediato, realistico, credibile quanto la vita di ogni giorno, che rifiuta caratteri, schemi, sovrastrutture ideologiche di sorta.
Le pagine si susseguono sottolineando la vocazione all’intreccio degli eventi, ribadendo lo scorrere quotidiano delle cose, facendo del racconto stesso un luogo altro, naturale e inverosimile. Incastrando personaggi, vicende, situazioni, e trasformando lo sfondo della narrazione in una quinta teatrale vera e propria ove mettere a nudo uomini, sentimenti e risentimenti.
La protagonista lascia filtrare la sua cronaca palpitante e femminile, attraverso la luce di una disillusa forza interiore, senza abbandonare neppure un istante il proprio intento di fondo. Quello di dare forma e verità a un sogno che si porta dentro da una vita: girare finalmente il suo primo film.
Nelle sue parole incazzate troviamo la piena denuncia di una dimensione – quella dello spettacolo e del cinema – che è difficilissimo da scalare se non appartenenti a sette, sezioni di partito, sottoboschi e gruppi di riferimento. Ma il talento la farà da padrone, stabilendo la sua selezione naturale. E’ così che al termine delle sue tormentatissime avventure, la stanca ma tosta Giovanna può finalmente dire: ciak, ragazzi, domani si gira. E noi, siam tutti con lei e con il suo bel sogno divenuto realtà, anche perchè l'autrice, il film, lo ha girato per davvero...


Luigi La Rosa  (03-01-2004)

Leggi tutte le recensioni di Luigi La Rosa


Vota il libro!
La media è 3.04 (96 voti)
 

Dello stesso autore
Scosse
Luccatmė
Tanto rumore per Tullia

Articoli
Intervista a Ilaria Borrelli
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom