?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Lula!
Lula!
Oliviero Dottorini  Luca Telese 
blank
Saggio, Italia 2003
166 pp.
Prezzo di copertina € 12
Introduzione: Claudio Fava
Editore: Cooper Castelvecchi , 2003
ISBN 88-7394-023-4




La biografia politica e umana di Luiz Inacio Da Silva, detto Lula, un operaio nato in una famiglia poverissima, divenuto sindacalista prima e uomo politico poi, che dopo quattro candidature alla presidenza del Brasile ed altrettante sconfitte, nell'autunno del 2002 è stato eletto trionfalmente, diventando la speranza di milioni di brasiliani e il modello dei movimenti di sinistra in tutto il mondo. In appendice, una selezione di discorsi di Lula.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Lula!:il peso della speranza

Ho fede in Dio che garantiremo che ogni brasiliano e brasiliana possa, tutti i santi giorni, fare colazione, pranzare e cenare, perché questo non è scritto nel mio programma elettorale. Questo è scritto nella Costituzione brasiliana, è scritto nella Bibbia ed è scritto nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo.

L'elezione di Lula, un argomento complesso. Sia per i retroscena di un trionfo sulla carta improbabile, visto l'atavico "estremismo" dell'ex operaio, poco compatibile con l'appoggio dei potentati brasiliani e in primis del "grande vecchio" Roberto Marinho, patron di Rede Globo (che invece stavolta non ha scatenato l'usuale campagna di stampa a favore del candidato moderato), sia per il carico di aspettative che l'elezione di un politico con un programma ed una squadra di governo così "di sinistra" ha generato in chi guarda al socialismo, all'ambientalismo e al pensiero antagonista per immaginare e progettare un mondo diverso.
Non è un caso infatti che quasi quotidianamente la stampa guardi al laboratorio Brasile con la speranza che Lula fallisca o riesca nella sua impresa, a seconda della collocazione politica del giornalista di turno. Ad esempio in questi giorni si discute della decisione del governo brasiliano di rinunciare alle licenze Microsoft per l'amministrazione pubblica, di passare a Linux e di risparmiare la bella cifra di 34 milioni di dollari all'anno, mentre nei mesi scorsi sono insorti gli ambientalisti più radicali gridando al tradimento per il parziale via libera di Lula alle coltivazioni ogm, e ancora prima aveva fatto scandalo la visita di Stato a Cuba, con tanto di vigorosi abbracci a Fidel Castro. E' come se Lula non fosse soltanto (?!) uno statista, ma un simbolo, un'idea incarnata, una chance attesa da decenni: una responsabilità onerosissima per chi governa un Paese che versa in condizioni sociali ed economiche drammatiche, nel quale anche l'ordinaria amministrazione è un miracolo quotidiano.
Dottorini e Telese naturalmente sono consapevoli di questa anomalia culturale, che non può non alterare il giudizio su ogni atto del governo Lula, ed anzi a tratti ne sono essi stessi vittime, indulgendo troppo in questioni di politica interna italiana che poco hanno a che fare col nocciolo del loro interessante saggio. Quando invece si raccontano la carriera di Lula, la sua umanità, la storia recente del Brasile, la nascita di una squadra di governo come se ne sono viste poche al mondo, allora il libro è emozionante, coinvolgente, vibrante. I discorsi di Lula in appendice sono preziosi per conoscere il volto ed il pensiero di un uomo politico che - volente o nolente - è stato investito della missione di cambiare il mondo.


David Frati  (01-12-2003)

Leggi tutte le recensioni di David Frati


Vota il libro!
La media è 3.02 (38 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom