?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Piccole storie di nessuno
Piccole storie di nessuno
Ferdinando Pastori 
blank
Racconti, Italia 2003
105 pp.
Prezzo di copertina € 9
Editore: Edizioni Clandestine , 2003
ISBN 88-87899-38-X


Edizioni Clandestine

Lorenzo dorme al fianco di Barbara, che sembra morta. In questa atmosfera di muta contemplazione prende vita il corollario dei ricordi e delle suggestioni. Stefano, invece, si sente come un "quadro di Kandinskij appeso alla parete a testa in giù, in attesa che qualcuno che ne capisca qualcosa venga a raddrizzarlo".
Andrea cancella nell'alcool i ricordi della bella stagione metropolitana, quando "Milano era ancora da bere e le modelle americane riempivano i tavolini del Magenta". Francesco rammenta la passione per Stefania, vissuta nel terrore di perderla, di svegliarsi e trovare il letto vuoto. ...


naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Piccole storie di nessuno: le piccole solitudini dei nostri giorni

Mi ricordo la prima volta che abbiamo fatto l'amore, erano passate solo poche ore da quando le avevo detto il mio nome, bevuto birra ghiacciata ed era estate. Faceva caldo e le gocce di sudore scivolavano sulla pelle, le parole si fermavano colorate sulle labbra. Inutili. Abbracciati, dopo, a lungo… ed era stato bello, fino alla mattina quando l'avevo guardata indossare la mia camicia di lino colore sabbia e girare per la cucina preparando caffè e fette biscottate con marmellata e burro.

La solitudine abita le storie di tutti, la città è immensa, si apre come un labirinto dentro il quale affondare e cercare la propria strada, ammesso che una strada esista davvero, che una via di salvezza possa realmente esserci.
Forse l'amore, ma è un amore improvviso, momentaneo, volubile. Un amore che si accende e che muore, che palpita e poi si spegne. Un amore discusso, chiacchierato, meditato. Il pensiero cerca continuamente di legare le cose con un filo invisibile e tenace, ma le cose sfuggono al tentativo di sintesi, e si dispongono secondo ordini dettati da un caso pericoloso e avvilente.
I personaggi delle Piccole storie di nessuno sono uomini e donne di tutti i giorni, strappati alla strada, ai tavoli di un bar, trascinati fuori da una camera da letto, spinti a velocità verso le periferie della notte. La scrittura di Ferdinando Pastori annuncia già in queste prime pagine un futuro narratore di stile, essendo semplice, pulita, essenziale, ma capace di illuminarsi all'improvviso.
C'è calore, passionalità. Ed una grande capacità di elaborazione dell'intreccio. Le storie non sono mai banali, imprecise.
Il tratto è incisivo, intenso, malinconico, e dissimula ogni dubbio, puntando dritto al cuore. I racconti, estremamente brevi e levigati, con una coinvolgente successione delle vicende, racchiudono belle citazioni. Seguiremo con interesse le prossime tappe di questo autore, certi che dalla sua voce possa venir fuori del nuovo.


Luigi La Rosa  (04-07-2003)

Leggi tutte le recensioni di Luigi La Rosa


Vota il libro!
La media è 3.3 (75 voti)
 

Dello stesso autore
No way out
Vanishing Point
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom