?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Donna per caso
The accidental woman
Jonathan Coe 
blank
Romanzo, Inghilterra 1987
157 pp.
Prezzo di copertina € 8,50
Traduzione: Stefano Massaron
Editore: Feltrinelli , 2003
ISBN 88-07-84024-3


Feltrinelli

In un gioco di specchi tra narratore e Maria, questa donna per caso che è irrisa e delusa dal destino, Jonathan Coe traccia una perfida e ironica metafora della vita e delle sue illusioni.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Donna per caso: una donna per amico

I sogni, come sapete, non vengono descritti, bensì falsificati, quindi sarebbe del tutto inutile addentrarsi nei dettagli, ma i brutti sogni erano quelli che la facevano svegliare madida di sudore o in preda alla paura o alla repulsione, e quelli da cui si svegliava sentendosi ancora più sfinita di quando era andata a dormire; e i bei sogni erano quelli che la riempivano di ondate di speranza e di una tranquillità senza nome, dai quali si svegliava rendendosi orribilmente conto che quelle sensazioni deliziose non erano state altro che visioni.

Una donna, una vita, un destino: non si può certo dire che Maria, la protagonista di Donna per caso sia stata appena sfiorata dalla fortuna. Nel suo peregrinare attraverso le pieghe dell'esistenza ha visto, subito e stoicamente sopportato le brutture, l'insipienza, la nullità di rapporti umani sempre obliqui, ambigui, senza una via d'uscita. La vita a senso unico contro le avversità, la mite fierezza con cui si oppone al suo destino danno al romanzo un'aria malinconica e sottilmente crudele, ma se poi si legge tra le righe, in quel repentino gioco di ruolo tra autore, narratore, Maria e il lettore c'è il rischio che tutto sembri una sorta di grande illusione. Uno scherzo, nel senso compiuto e teatrale del termine, che Jonathan Coe conduce con coerenza e coraggio, ma che forse avrebbe avuto bisogno di più spazio e di altri caratteri per arrivare fino in fondo. L'idea di scambiare un po' le posizioni tra chi scrive, chi legge, chi racconta e chi è intrappolato negli eventi della vita, resta brillante e chissà se applicata ad una storia un po' più corposa (come quelle di La casa del sonno o La banda dei brocchi) che risultati potrebbe dare.

Marco Denti  (29-04-2003)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 2.46 (30 voti)
 

Dello stesso autore
Questa notte mi ha aperto gli occhi
La casa del sonno
La banda dei brocchi
Caro Bogart
Circolo chiuso
La pioggia prima che cada
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom