?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
In alto a sinistra
In alto a sinistra
Erri De Luca 
blank
Racconti, Italia 1994
127 pp.
Prezzo di copertina € 5,8
Editore: Feltrinelli , 1994
ISBN 8807813483


Feltrinelli

"Le storie di questo libro stanno nel perimetro di quattro cantoni: un'etÓ giovane e stretta, di preludio al fuoco; una cittÓ flegrea e meridionale; la materia di qualche libro sacro; gli anni di madrevita operaria di uno che nacque in borghesia. Il possedimento, minimo per un passante, Ŕ stato immenso per chi s'Ŕ fermato. Esso rinchiude per attrazione un me narrato, pi¨ che un io narrante, qualche tu femminile scalzo e ben piantato a terra, un noi premessa di frantumi. I pronomi sono frutti che maturano in stagioni diverse. Qui vengono colti acerbi prima che si carichino di succhi di sÚ. Avvengono dei colpi fortunati, qualche salvataggio. Si batte a zonzo tra limiti del campo come biglia di flipper. Resistere sul piano inclinato Ŕ l'ordine del gioco, non finire in buca. L'ultima storia rammenta un antica uscita d'emergenza: in alto a sinistra."
Erri De Luca


naldina naldina naldina naldina naldina

In alto a sinistra: la passione dei ricordi, i territori di De Luca

Niente forza i ricordi a venir fuori, come gli odori e le fiamme", scriveva CÚline mentre bruciava la sua stanza in Africa e gli tornava in mente un incendio a Parigi.

"I libri insegnano ai ricordi, li fanno camminare. Li ho letti per intero, non ne ho lasciato nessuno a mezzo, per quanto fosse deludente o presuntuoso l'ho seguito sino all'ultima linea. PerchŔ Ŕ stato bello per me girare la pagina letta e portare lo sguardo in alto a sinistra, dove la storia continuava. Ho girato il foglio sempre alla svelta per proseguire da quel primo rigo, in alto a sinistra."

Erri De Luca narra di sŔ e dei suoi struggenti territori della memoria in dodici appassionati e appassionanti racconti. Nell'ordine, sfilano il vagabondare non ozioso di un ragazzino allo zoo, la meravigliosa lezione di vita di un professore di greco alla vigilia del'68, i pensieri di un manovale che legge CÚline, la figura indimenticabile di una donna che, come un animale, fiuta il delitto commesso dal suo uomo, e soprattutto il ricordo commovente di un padre arrivato alla fine dei suoi giorni ma ancora capace d'immaginare e sognare che la morte sarÓ una "biblioteca sterminata ed anche la buona vista della giovent¨".
Come nei precedenti e successivi, anche in questo libro di Erri De Luca (che Ŕ nato a Napoli dove ha vissuto fino a quando la lotta e l'impegno politico degli anni '70 non lo hanno trasferito altrove) c'Ŕ un'anima di poeta trasferita in un'eloquio semplice, docile e dolcissimo, ad addomesticare un passato talvolta dolente e pesante come un macigno. Con rara sensibilitÓ l'autore non trascende mai nella faticosa enfasi di un dolore urlato e vivisezionato nei particolari quanto, appunto, ci accompagna nel racconto pacato, dignitoso e come "trattenuto" del sentimento e delle emozioni che colmano il vissuto.


J. K.  (28-04-2003)

Leggi tutte le recensioni di J. K.


Vota il libro!
La media è 2.56 (121 voti)
 

Dello stesso autore
Alzaia
Tre cavalli
Non ora, non qui
Solo andata
Chisciotte e gli Invincibili. Il racconto, i versi, la musica
Il peso della farfalla
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom