?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Il giorno della libertà
Juneteenth
Ralph Ellison 
blank
Romanzo, Stati Uniti 2003
340 pp.
Prezzo di copertina € 18
Traduzione: Maria Antonietta Saracino
Editore: Einaudi , 2003
ISBN 88-06-15497-4


Einaudi

Al capezzale del senatore Adam Sunraider, ferito in un attentato, arriva il reverendo Alonzo Daddy Hickman. Uno bianco, l'altro nero cominciano a parlare e con le loro voci ricostruiscono il volto di una nazione, di una storia, di una libertà.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Il giorno della libertà: freedom suite

Perché se c'è una cosa che siamo stati costretti a imparare è che l'uomo, nei suoi momenti migliori, è vicino al sublime proprio quando si trova immerso in tutto il sudiciume e la confusione della vita, eppure continua a lottare per i suoi ideali.

Rimasto incompleto (ma non incompiuto) per la scomparsa di Ralph Ellison, Juneteenth è stato accuratamente ricostruito da John F. Callahan seguendo le note lasciate dal grande scrittore afroamericano. In questa bella edizione italiana si trova tutto: il work in progress (autografo) parallelo al romanzo, una nota dello stesso John F. Callahan, anche un'appendice dedicata ai come e ai perché della traduzione di Maria Antonietta Saracino. Strumenti utili e necessari per comprendere un romanzo a più voci, complesso e bellissimo. Il ritmo è quello di "un jazzista che crea un tema musicale tramite un incontrollato scintillio di metamorfosi" e la musica, in particolare i suoni afroamericani, è una traccia che non bisogna mai perdere seguendo Ellison perché" noi sappiamo dove siamo dal modo in cui camminiamo. Sappiamo dove siamo dal modo in cui parliamo. Sappiamo dove siamo dal modo in cui cantiamo. Sappiamo dove siamo dal modo in cui danziamo". Lo scrive in uno dei passaggi più importanti di Il Giorno Della Libertà, un romanzo a cui ha dedicato tutta la sua vita dopo Uomo Invisibile (il suo capolavoro, sempre Einaudi): "l'azione si svolge alla vigilia del movimento per i diritti civili, ma preannunzia il caos che sarebbe sopraggiunto più tardi" annota l'autore e nel complesso dialogo tra i due protagonisti, il senatore (bianco) Adam Sunraider e il reverendo Alonzo Daddy Hickman (già jazzista e vagabondo, guarda un po') prende forma una sorta di rilettura di un'intero, confuso concetto di nazione e di appartenenza. Ralph Ellison lo evidenzia anche nelle note che accompagnavano il work in progress di questo romanzo, uscito postumo, "un romanzo sull'americano senza radici, prodotto della nostra solitudine. Su coloro che ripudiano il loro vero io a favore di una qualche illusione, che, mentre si proclamano democratici, hanno sete e fame di aristocrazia. Su coloro che diventano attori e truffatori, capipopolo, lestofanti, e maligni distruttori della nazione". Lucidissimo e quanto mai attuale.

Marco Denti  (14-04-2003)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 2.69 (46 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Anarchia e libertà. Scritti e Interviste
Dopo la Libertà
Linguaggio e libertà
Metallica e la filosofia. Libertà, autenticità, etica: dal rock un invito a pensare
Orwell i maiali e la libertà
Terra e libertà/Critical wine
Un luogo chiamato libertà
Verso la libertà
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom