?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Un amore
Un amore
Dino Buzzati 
blank
Romanzo, Italia 1965
270 pp.
Prezzo di copertina € 7,20
Introduzione: Alberico Sala
Editore: Mondadori , 1965
ISBN 88-04-45820-8


Mondadori

Antonio Dorigo, affermato architetto cinquantenne e Laide Anfossi, prostituta con addosso tutta l'energia e la rabbia dei vent'anni. L'incontro avviene dalla signora Ermelina, in un bordello di semi-lusso. Da quel momento i due si rincorrono in una disperata ricerca di conferme; inizia così un gioco di potere che lascia in disparte tutto il resto. Sullo sfondo, una bellissima Milano fine anni 50: babelica, misteriosa e cattiva.

naldina naldina naldina naldina naldina

Un amore: Amara inquietudine

In lei, Laide, viveva orgogliosamente la città dura, decisa, presuntuosa, sfacciata, insolente. Nella degradazione degli animi e delle cose, fra suoni e luci equivoci, all'ombra tetra dei condominii, fra le muraglie di cemento e di gesso, nella frenetica desolazione, una specie di fiore.

"Le nove e quaranta. Antonio sente che comincia la solita tensione. E' un'inquietudine che gli entra in ogni parte del corpo, un affanno che monta, monta"

Dopo aver magnificamente affrontato il tema dell'ansia logorante che s'accompagna all'attesa ne Il Deserto dei Tartari, uno dei più significativi e meno frequentati romanzi italiani del '900, dopo aver raggiunto vertici altissimi nel genere del racconto fantastico e non (La famosa invasione degli orsi in Sicilia, I sette messaggeri), nel 1963 Dino Buzzati, nostro poco celebrato giornalista, scrittore, pittore, scenografo e fumettista, sonda il tema del sentimento amoroso con Un amore, ispirandosi ad una vicenda personale di cui rende un'inattesa quanto coinvolgente e sensibile rievocazione.
Lontano dal parossismo melodrammatico tipico della letteratura che prima di lui narrava gli improbabili amori tra uomini virtuosi e donne che non lo sono affatto (eccezion fatta per certe acutezze che pervadono l'atmosfera di Un amore di Swann di M.Proust), Un amore sorprende per l'immediatezza della prosa resa da un linguaggio semplice, a tratti asciutto, quasi inarrivabile per la nitidezza con cui esprime e ci fa partecipi di quelle ansie, tormenti, allusioni ed emozioni proprie dell'innamoramento, a qualsiasi età.
Certamente mutuato dall'attività di giornalista, il linguaggio buzzatiano, così semplice ed inserito in una sintassi elementare, non deve trarre in inganno chi vi si accosti, e indurlo a ritenere Buzzati uno scrittore linguisticamente monotono. Tutt'altro: sotto questa apparente semplicità si cela una profonda carica metaforica ed allusiva che attribuisce ad ogni singola parola un ruolo fondamentale sia a livello retorico che fonetico e sintattico. Una sorta di "regola di misura" che fa di Buzzati un autore di grandissimo "stile".


J. K.  (19-03-2003)

Leggi tutte le recensioni di J. K.


Vota il libro!
La media è 2.93 (33 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom