?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Piccoli delitti del cazzo
Fake I.D.
Jason Starr 
blank
Noir, Stati Uniti 2000
220 pp.
Prezzo di copertina € 12,50
Traduzione: Federica Alba
Editore: Meridiano Zero , 2003
ISBN 888237054-2


Meridiano Zero

Tommy Russo è un perdente che sogna di diventare attore, ma punta il suo tempo, e i suoi soldi, sempre sul cavallo sbagliato. Per mantenere integre le sue vacue velleità, ricorre a mille espedienti che, giorno per giorno, lo spingono verso il fondo.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Piccoli delitti del cazzo: sulla soglia del delitto

Ancora oggi non so spiegarmi come riuscii a perdere tutto quanto a una tale velocità. Forse il fatto di essere il peggior giocatore di poker del mondo può entrarci qualcosa, e in più ero finito a un tavolo dove si puntava forte, avevo le palle in fiamme e non chiudevo occhio da chissà quanto. Tutto quello che mi riesco a ricordare è che avevo di fronte due tali in cappello da cowboy, e nella scena successiva, eccomi stravaccato su una sedia dell'atrio con la testa tra le mani.

Si comincia con una bugia, poi un furto da quattro soldi, seguito da una vera e propria rapina per finire con un omicidio arrivato più per caso che per altro. Tutti Piccoli delitti del cazzo, come recita testualmente il titolo del romanzo di Jason Starr. Un trama tenuta sul filo del rasoio da queste minuscole deviazioni dalla legalità, espendienti di un fallito da antologia, Tommy Russo, che cerca di sfangarla come può in una New York cupa, grigia, umidiccia. Lui è anche uno scommettitore incallito, un buttafuori e, nei suoi sogni, un grande attore. La verità è che la sua incapacità di affrontare la realtà lo spinge quotidianamente verso le vette più alte dell'euforia e negli abissi della depressione, a seconda delle (rare) vincite o dei clamorosi tonfi. Sono proprio le montagne russe dell'umore e della vita di Tommy Russo a produrre l'humus, le condizioni ottimali in cui sviluppare i suoi Piccoli delitti del cazzo (e mai titolo fu più appropriato) che lo portano, in una spirale vertiginosa, nei bassifondi più oscuri dell'esistenza e della città. Dove non è mai solo perché chiunque, per uno scherzo del destino, si può trovare dalla parte sbagliata della strada. Con tutto ciò, Piccoli delitti del cazzo conferma quella vena corrosiva e molto lucida che Jason Starr aveva reso nota con Chiamate a freddo (un libro da riscoprire): una scrittura noir, ma che fugge i luoghi comuni della narrativa di genere per costruire mondi e psicologie dove la sconfitta morale del genere umano è dietro l'angolo.

Marco Denti  (28-02-2003)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 2.38 (50 voti)
 

Dello stesso autore
Chiamate a freddo

Altri libri per parola chiave
Delitti dal Vangelo secondo Giovanni
Delitti di fuoco
Delitti in codice
Delitti in treno
I delitti del mosaico

Articoli
Intervista a Jason Starr
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom