?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Nascere non basta
Nascere non basta
Ippolita Avalli 
blank
Romanzo, Italia 2003
180 pp.
Prezzo di copertina € 14
Editore: Feltrinelli , 2003
ISBN 88-07-01632-X


Feltrinelli

Vera decide di lasciare il paese natale e la nuova famiglia del padre adottivo per andare alla ricerca della sua vera madre. Il passaggio da una vita infelice ma sicura in un piccolo paesino della campagna lombarda a quella precaria e pericolosa di una metropoli come Milano, la costringerÓ a crescere in fretta ed a scontrarsi con una realtÓ dura e crudele. Gli incontri di Vera sono molteplici: un giovane hippie alla ricerca di se stesso, una comune sgangherata a Londra, una bella ragazza che vive facendosi mantenere da uomini facoltosi, un giovane medico sadico. Tutti personaggi che, nonostante la coinvolgano in viaggi avventurosi e in situazioni al limite della follia, non riescono ad allontanarla dal suo proposito: scoprire le sue origini e trovare la sua vera madre.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Nascere non basta: alla ricerca di sÚ

Ma che importava, ormai. La mia mente batteva contro un muro. Camminavo come un automa, via, via da palazzi, discoteche, macchine, tavernette.
Fuori, al largo, verso campi, fiumi, cieli. Solo luoghi ampi sarebbero stati capaci di contenere il mio smarrimento.
Avrei camminato fino a non sentire pi¨ le gambe. Fino a dimenticare di avere braccia e polmoni. Di avere dentro un pozzo che smaniava di essere riempito. Fino a dimenticarmi di me stessa.
Fino a raggiungere il mio cavaliere Sci¨-Sci¨.


Il ricordo della Dea dei baci ritorna sbiadito ma forte leggendo le pagine di Nascere non basta. A dire il vero ho letto solo successivamente che l'ultimo romanzo di Ippolita Avalli era il seguito di quella dolce-amara storia in cui iniziavano le vicende di Vera Giovanna Sironi. Dopo un buon numero di pagine, avendo riconosciuto alcuni nomi, qualche riferimento, determinate descrizioni, il campanile di un luogo amato e odiato da una bambina piena di domande, mi sono ricordata delle sopite sensazioni che mi avevano procurato le pagine di un libro letto anni fa ma che ancora ricordo. Quel libro mi aveva colpito per la sua delicatezza e per la sua crudezza, elementi che si ritrovano ancora pi¨ forti e marcati nella seconda parte dell'avventura della giovane protagonista di questa storia divisa in tre parti, in tre libri. Vera Giovanna Sironi, per citare solo alcuni dei suoi molti nomi, ha dentro una grande rabbia e una smisurata speranza, una forte violenza, un'immeritata sfortuna nei suoi incontri ed una grande fiducia negli altri. La sua storia ricomincia lÓ dove si Ŕ conclusa, ma non ha bisogno di riassunti o di flash-back, le pagine scorrono veloci ed Ŕ come se le vicende del libro precedente fossero visibili attraverso le nuove parole scritte e i nuovi fatti raccontati. Ecco Vera, scappata di casa per cercare sua madre, la sua vera madre, che lascia il suo paese per arrivare a Milano e dare inizio ad un'avventura difficile da immaginare per una ragazzina di soli sedici anni. Un lavoro precario in una salumeria, l'incontro con il fragile Dillo Boy, che vive per la musica, i viaggi, un'imprecisata libertÓ e la droga, ed ecco che la vita di una timida e spaesata ragazzina si trasforma in quella di una donna. Vera fugge di continuo se stessa, i nemici, gli amici, l'amore, l'amicizia e l'odio. Tutto il suo correre, il suo cercare, il suo volersi lasciare dietro tutto senza perdere niente, la porterÓ a vivere momenti di grande tragicitÓ ma anche di grande crescita interiore. Le persone che incontrerÓ la faranno diventare grande in maniera repentina e violenta, ma non la allontaneranno dai suoi obiettivi. Vera gira il mondo, o almeno ci prova, ma il luogo dove ritorna Ŕ quello della sua infanzia; desidera conoscere persone nuove, amare e soprattutto farsi amare, ma l'amore che pi¨ di tutti sogna Ŕ quello di una madre che non ha mai visto e che Ŕ solo un nome, tanti nomi, proprio come quelli che Vera cambia durante il suo cammino.
Nascere non basta Ŕ un libro che fa male, fa piangere, ma nello stesso tempo riesce a trasmettere una grande forza, regalando momenti di grande passione e sentimento.


Alice Scolamacchia  (04-05-2004)

Leggi tutte le recensioni di Alice Scolamacchia


Vota il libro!
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom