?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Il salmone del dubbio
The Salmon of Doubt
Douglas Adams 
blank
Antologia, Inghilterra 2002
300 pp.
Prezzo di copertina € 14
Traduzione: Laura Serra
Editore: Mondadori , 2002
ISBN 88-04-50948-1


Mondadori

Una raccolta di interviste, saggi, parti di romanzi e scritti vari che sembrano un testamento spirituale.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Il salmone del dubbio: uno Zibaldone galattico

Siamo ormai tutti confusi e disorientati e poiché il mondo ha grande influenza su di noi, mentre noi non abbiamo alcuna influenza sul mondo, ci sentiamo alquanto stressati e alienati.

Ci mancheranno Douglas Adams e i suoi viaggi a zonzo nella galassia, in posti dove era più facile sentirsi meno extraterrestri che sulla terra. Torneremo a sfogliare la Guida galattica per gli autostoppisti sorridendo e incuriosendoci per universi così lontani eppure così vicini perché frutto della fantasia, di una fantasia ormai ridotta ad optional nemmeno tanto richiesto. Con Douglas Adams se ne va un pezzo di quel modo di vivere romantico dove scrittura e intelligenza sembrano coabitare con ironia e un'insaziabile voglia di conoscenza. Il salmone del dubbio è un omaggio in un certo senso dovuto anche se, a scanso di equivoci, è difficile da considerare un romanzo. La parte di narrativa vera e propria occupa una settantina di pagine ed è l'inedito, ancora incompleto, che offre il titolo di questa raccolta. Più importanti, nel contesto complessivo, gli altri materiali: un puzzle variopinto di interviste, interventi, scritti e articoli che riesce però a dare un'immagine completa di Adams uomo e scrittore. Ci sono i classici consigli per i principianti ("Innanzitutto renditi conto che, oltre a essere alquanto difficile, scrivere è un lavoro faticoso e solitario e, se non si è straodinariamente fortunati, anche molto mal pagato. Devi essere determinato, assai determinato a farlo. Poi devi scrivere qualcosa"), piccole annotazioni sullo stato delle cose ("Notiamo le cose che non funzionano e non notiamo quelle che funzionano. Notiamo i computer, non notiamo le penne. Notiamo i lettori di e-book, non notiamo i libri") e, tra l'altro, una breve riflessione sull'ironia e sulla comicità che scritta da uno abituato a scambiare battute con i Mony Phyton, ci lascia davvero a bocca aperta: "Ma oggi tutti fanno i comici, anche le annunciatrici e le ragazzotte che leggono le previsioni meteorologiche. Ridiamo di tutto. Non più in maniera intelligente, non più per lo shock improvviso della battuta illuminante, ma in maniera stupida, implacabilmente stupida. Niente più docce nel deserto: solo fango e pioviggine dappertutto, illuminati ogni tanto dal flash dei paparazzi". Forse per questo preferiva altre galassie. Forse sentiva già che questo mondo gli andava stretto.

Marco Denti  (22-01-2003)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 3.06 (31 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Buona Apocalisse a tutti!
Cyberiade
Il Congresso di Futurologia
Memorie di un viaggiatore spaziale
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom