?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Caro Pier
Caro Pier
Enos Rota 
blank
Saggio, Italia 2002
155 pp.
Prezzo di copertina € 12,50
Editore: Selene , 2002
ISBN 88-86267-59-2


Selene

Un saggio, un libro sulla memoria, una raccolta di lettere e soprattutto un documento umano sul rapporto tra il lettore del nostro tempo e Pier Vittorio Tondelli. Un lavoro che nasce con l'intento di rileggere non solo la figura del grande scrittore emiliano scomparso tragicamente a soli 36 anni, ma gli stati d'animo di moltissimi dei suoi lettori, amici, compagni di percorsi. Le note di fondo di queste pagine sono la nostalgia e la passione, due sentimenti sicuramente irrinunciabili nella scrittura tondelliana e nella sua memoria di uomo.

naldina naldina naldina naldina naldina

Caro Pier: non sei mai andato via…

La scomparsa di Pier Vittorio Tondelli ha lasciato molti vuoti. Nel tentativo di colmarli, un amico inizia a pubblicare annunci per raccogliere ricordi e testimonianze sulla sua figura; un appello a cui rispondono centinaia di persone, trasmettendo nelle loro lettere l'amore per un autore che con la sua prosa, il suo ritmo, ha inevitabilmente inciso nella vita di chiunque l'abbia letto. Caro Pier nasce per raccogliere alcune di quelle lettere, e si rivela un libro unico nel suo genere: non solo un omaggio a uno scrittore compianto, ma soprattutto uno spaccato di vita dei suoi lettori. Dalla seconda di copertina

Tra le ultime uscite delle edizioni Selene, un volume di grande pregio, oltre che di impagabile valore umano: Caro Pier, a cura di Enos Rota, personale amico dello scrittore. Centocinquanta pagine che cercano di recuperare non soltanto l'artista, l'intellettuale, il letterato, bensì l'uomo di ogni giorno, nella sua intimità, nella sua fragilità, nella sua bellezza. La morte di Pier Vittorio Tondelli ha rappresentato una delle maggiori ferite nella cultura italiana degli ultimi decenni, ed ha lasciato tutto un caloroso seguito di venerazione, di stima, di affetti sinceri. Mille fila di un discorso che doveva necessariamente continuare, e che in questo delizioso libro trova finalmente una ragione d'esistere. Caro Pier non intende recuperare semplicemente la dimensione della storia e della biografia, ma si pone in quel territorio intermedio che riguarda tanto lo scrittore, le sue scelte, la sua esperienza esistenziale, quanto il pubblico, i lettori, coloro che l'hanno conosciuto, compreso e amato. Le lettere hanno tutte un tono partecipe e struggente, accendono ricordi commossi, riportando continuamente il filo del pensiero indietro negli anni, sulla scorta di ciò che è stato o di quello che avrebbe potuto essere.
Elementi di una testimonianza corale, che continua a stimolare omaggi, lettere, visite a Canolo, luogo in cui lo scrittore è sepolto. "Il movimento culturale nato intorno alla sua scrittura" - ribadisce Enos Rota nella bella prefazione al volume - "ha come punto di riferimento 'Altri libertini', un libro che si può considerare uno spartiacque nella letteratura italiana e allo stesso tempo il capostipite di un moderno modello di narrativa. La rottura con il passato si concretizza nella comparsa di un linguaggio sperimentale, di una vitalità allegra, trasgressiva, irriverente, e di tematiche scabrose: dalla droga all'omosessualità, che scandalizzarono non poco l'ambiente di quel tempo, tanto da essere censurate. Al contrario, anche oggi continua a suscitare congenialità, risonanze, interesse; perché in Italia, anche oggi, nonostante l'apparente liberalità e apertura, l'omosessualità non viene certamente considerata una "ricchezza della diversità", come auspicava Vicky quando era ancora fra noi".
Parole dure ma necessarie, per togliere ogni ipocrisia e per chiamare le cose col proprio nome. Pier Vittorio Tondelli rimane un modello, un esempio di coerenza e di vitalità mai fiacca, mai decadente. Lo si vede dal tono appassionato di queste lettere, dalla presenza così cara che ha lasciato nel cuore di tutti, e da quella libertà di pensiero che continua a caratterizzare non solo la scrittura e lo stile indiscusso dei suoi romanzi, ma quel fondo di autenticità alla base del suo carattere e della sua vita.


Luigi La Rosa  (29-12-2002)

Leggi tutte le recensioni di Luigi La Rosa


Vota il libro!
La media è 3.25 (27 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom