?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Intellettuale a Auschwitz
Jenseits von Schuld and Suhne
Jean Améry 
blank
Saggio, Austria 1977
165 pp.
Prezzo di copertina € 15
Introduzione: Claudio Magris
Traduzione: Enrico Ganni
Editore: Bollati Boringhieri , 2002
ISBN 88-339-0418-0


Bollati Boringhieri

Con inesorabile precisione e passione di verità, Jean Améry registra le disfatte dello spirito a Auschwitz, a cominciare dalla peculiare inferiorità nella quale, nel lager, vengono a trovarsi gli intellettuali come lui.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Intellettuale a Auschwitz: memoria del futuro

Ci siamo abituati. Abbiamo avuto modo di osservare come la parola si sia fatta carne e come la parola fattasi carne si sia tramutata, infine, in cadaveri ammucchiati. Ancora una volta si scherza con fuoco, quel fuoco che costrinse tanti a passare per il camino. Io dò l'allarme.

E' difficile aggiungere qualcosa in più alla definizione di Claudio Magris: "un'analisi lucidissima, tranquilla nella sua completa assenza di speranza, della sconfitta di Auschwitz; è un tenace catasto di molte sconfitte". La condizione di Intellettuale ad Auschwitz, luogo dove la sopravvivenza è legata al caso e alla resistenza fisica, è già una tortura e Jean Améry la ripercorre sulla propria pelle, incapace di rinunciare alla propria essenza. La verità, così come la racconta qui, è però che Auschwitz oltre all'habeas corpus ha soppresso anche il diritto all'anima e ha trasformato tutto in un meccanico ripetere di gesti inutili, un'abulia di sensi e una mortificazione che era ed è soltanto l'anticamera della fine. Non è solo un diario di prigionia: è una vera e propria ricostruzione delle "perdite di terreno", come le chiama Jean Améry, dell'annichilimento, del sistematico ridurre a nulla le parole, le idee, i sentimenti, persino le più normali consuetudini igieniche o alimentari.
Un documento impressionante per cui vale la considerazione di Jean Améry: "Continuo a pensare che sarebbe forse necessario introdurre determinati libri su Auschwitz come letture d'obbligo nelle classi superiori delle scuole secondarie e che più in generale, sarebbe doveroso usare meno riguardi nell'affrontare a livello politico la storia dello spirito". Doloroso, per niente accomodante e, quindi, molto educativo.


Marco Denti  (03-12-2002)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 1.43 (670 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom