?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Un amore dell'altro mondo
Un amore dell'altro mondo
Tommaso Pincio 
blank
Romanzo, Italia 2002
301 pp.
Prezzo di copertina € 8,50
Editore: Einaudi , 2002
ISBN 88-06-16216-0


Scheda Einaudi

La biografia romanzata di Kurt Cobain, cantante e leader dei Nirvana, morto suicida all'inizi degli anni Novanta, indimenticabile volto e anima di un uomo, prima che di una generazione.
Attraverso lo sguardo e le vicende di Homer Alienson, protagonista e amico immaginario di Kurt, si snodano i percorsi tortuosi di un' epoca carica di aspettative deluse e la vicenda parallela di un individuo perennemente sospeso sull'orlo di un abisso.


naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Un amore dell'altro mondo: la biografia romanzata di Kurt Cobain

Perché la nostalgia conserva il passato delle cose che ci piace ricordare, mentre la memoria serba il ricordo delle cose che si vorrebbe dimenticare

La verità biografica non esiste e, anche se esistesse, non sapremmo che farcene.
E' con queste parole che Tommaso Pincio conclude le note di copertina, e le stesse parole risultano quantomai veritiere dopo essere arrivati all'ultima pagina di questo delicato amore dell'altro mondo.
In molti aspettavamo una biografia di Kurt Cobain (peraltro appena edita in Italia), l'ennesima narrazione del "maledettismo" spinto alle estreme conseguenze di una vita consacrata alla musica e all'eccesso.
E, prima ancora che ciò avvenisse, ecco questo piccolo libro: una prospettiva diversa, un racconto parallelo. Chi detiene lo scettro della storia non è, infatti, lo stesso Kurt Cobain, ne' un asettico biografo, ne' un fan sfegatato che cerca di dare un contegno alla sua passione; chi parla è Homer B. Alienson, alias Boda, quell'amico immaginario a cui il leader dei Nirvana indirizzò la sua ultima lettera prima di suicidarsi. E' Homer che vive, ed è attraverso la triste storia di questo ragazzo fatto di boschi e cieli grigi che ascoltiamo la musica di Kurt, la sofferenza di Kurt e il suo amore rimasto imploso.
Il pregio di Tommaso Pincio è quello di restituire nella finzione l'autenticità di una personalità ormai lontana, la sua sensibilità abissale ed eccessiva che, solo chi ha approcciato la sua musica in quegli anni, sa riconoscere e sentire come un colpo al cuore.
Ed è encomiabile anche la perfetta ricostruzione dei tempi, scanditi da pietre miliari come Twin Peaks o dalle ossessioni di una generazione alienata eppure perennemente ancorata ad un'infanzia perduta.
Chi voleva da questo libro la storia delle camicie di flanella a quadretti, dei dissidi tra i componenti dei Nirvana, del modo in cui fu composta "Smells like teen spirit", del ruolo di Courtney Love, sarà accontentato ma, ahimè, rimarrà anche deluso, perché tutto ciò è taciuto eppure resta sullo sfondo, perché è storia nota, e basta un accenno per richiamarlo alla memoria (o alla nostalgia?).
Quello di cui parla Un amore dall'altro mondo è ben altra cosa, e taglia più di mille lame.
Tommaso Pincio ha raccontato l'immensa dolcezza che c'era dietro una rabbia urlata e scandita da accordi ormai indimenticabili, ha messo su carta il delicato perché di quanto è stato ormai ampiamente raccontato.


Martina Montauti  (01-07-2002)

Leggi tutte le recensioni di Martina Montauti


Vota il libro!
 

Dello stesso autore
Lo spazio sfinito
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom