?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Cermis
Cermis - il prezzo di una tragedia
Alessandro Comola  Alberto Mioni 
blank
Saggio, Italia 2002
215 pp.
Prezzo di copertina € 15
Editore: Sperling & Kupfer , 2002
ISBN


Scheda liberonweb

Se questo libro fosse un romanzo avrebbe una trama piuttosto scontata. Nessuno vorrebbe leggere una storia che contiene tutti gli elementi più abusati nella letteratura del genere. La vicenda è animata da intrighi politici, depistaggi, colpevoli che non sono colpevoli, incidenti veri o presunti, vittime senza un responsabile, soldi sborsati per pagare il silenzio delle famiglie, giudici bravi e meno bravi, avvocati onesti e furbacchioni, servizi segreti e soliti politici da operetta. Se fosse un romanzo di Grisham tutti saremmo concordi nel ritenerlo un terribile flop. Chi potrebbe credere ad una trama così sgangherata? Chi penserebbe che in un'unica storia si possano verificare tutte queste situazioni intricate? Purtroppo Cermis non è un romanzo, è una storia vera, raccontata soggettivamente da due avvocati italiani, legali di parte lesa. Sembra addirittura una storia già sentita, a pensarci bene. Sarà perché i libri che contengono fatti realmente accaduti nel nostro paese sembrano tutti uguali. L'inizio è un giallo classico, lo svolgimento un thriller, la fine una commedia.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Cermis - il prezzo di una tragedia

"Non sono a caccia di soldi", disse Klaus quando ci incontrammo a Verona. "Io voglio che questi venti morti vengano rispettati. Ho parlato con i politici locali, e tutti mi hanno detto che non abbiamo alcuna chance di ottenere qualcosa perché c'è di mezzo l'America. Bene, io intendo dimostrare che le cose non stanno così. A me non interessa quanto verrà dato. Ma pretendo giustizia."

La vicenda del Cermis che ha tenuto con il fiato sospeso il nostro paese come tanti altri misteri italiani, è entrata a pieno titolo nella letteratura. A pochi anni dalla tragedia, che in verità avrebbe ben poco di misterioso, la funivia del Cemis è entrata nel mondo del libro e persino del teatro. Comola e Mioni, legali coinvolti nella storia, hanno redatto una sorta di memoriale in forma veloce e scorrevole, riportando le loro vicende e le loro personali impressioni. Davanti ad un'assoluta oggettività dei fatti, la loro soggettività non stride. Difensori di parte lesa, della famiglia di una delle vittime italiane, i due avvocati portano avanti una giusta convinzione finalizzata al risarcimento morale e materiale del proprio assistito e delle altre vittime. Un ottimo libro, ed una straordinaria testimonianza. Un testo coraggioso che mette alla sbarra politici italiani, trentini ed americani. Come ogni fonte storica, Cermis non ha il beneficio dell'univocità, e deve essere confrontato con altre versioni. Emerge la voce delle vittime, che non hanno avuto un processo limpido e trasparente, e rimane in ombra il danno di livello eccezionale arrecato dagli Stati Uniti all'Italia e soprattutto alla Val di Fiemme. La storia e la microstoria sono voci soggettive anche quando, come in questo caso, l'evidenza di un accadimento è sotto gli occhi di tutti, persino di chi ha fatto finta di non vedere.

Simone Bardazzi  (12-03-2002)

Leggi tutte le recensioni di Simone Bardazzi


Vota il libro!
La media è 3.5 (65 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom