?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Il coraggio del pettirosso
Il coraggio del pettirosso
Maurizio Maggiani 
blank
Romanzo, Italia 1995
0 pp.
Prezzo di copertina Lit. 12000
Editore: Feltrinelli , 1995
ISBN


Qualche curiosità in rete: un'interessante intervista:
http://www.alice.it/cafeletterario/interviste/maggiani.html
e due articoli di Maggiani su "La stampa" a proposito di videogame: Il sergente PLAY per vincere l'orrore
http://www.lastampa.it/Rubriche/Ultima/Rubriche/lst/ttl/445.htm
e Nella giungla virtuale di Chicago che sballo seminare il caos
http://www.lastampa.it/Rubriche/Ultima/Rubriche/lst/ttl/1268.htm


Qualsiasi cosa stiate facendo, qualsiasi cosa abbiate in programma di fare nelle prossime ore, lasciate perdere: se non l'avete ancora fatto procuratevi una copia de "Il coraggio del pettirosso" di Maurizio Maggiani e cominciate a leggerlo. Perché Maggiani, che il coraggio del pettirosso lo conosce veramente, è stato capace di raccontare una storia grande eppure piccola, anzi due storie, o forse tre, in un libro che regala emozioni riga dopo riga, senza mai averne l'aria. Un libro che, come l'amore, "è un attimo di pausa prezioso che ognuno può permettersi; chiunque tu sia, qualunque cosa tu faccia". E, come per ogni vero amore, non ve ne pentirete.

naldina naldina naldina naldina naldina

Il coraggio del pettirosso

Una storia grande

Il libro si apre quasi parafrasando "La coscienza di Zeno" di Svevo e poi si dipana allargandosi a comprendere altre storie e altre epoche, vite vere e vite immaginate, le une non più reali delle altre, le seconde non più sfuggenti delle prime. Saverio, figlio di esuli in Alessandria d'Egitto, durante un'immersione ha avuto un'embolia, ma alla sopravvivenza fisica non è seguita di pari passo quella psicologica. Così comincia a scrivere, a nuotare nel mare che ha dentro, cercando di tornare a galla. E a galla tornerà un passato lontano che lui aveva cercato nei libri per trovarlo nei sogni, mentre quel mare di parole che ha dentro e che lui cerca di vincere sarà proprio la sua salvezza, e gli porterà l'amore. Maggiani sembra seguire nelle sue righe un filo sempre doppio, un "prima" e un "dopo", due storie vicine e lontane quasi a dividersi da buone amiche le pagine dei suoi libri. Così i sogni di Saverio raccontano una realtà non meno vera di quella che Maggiani racconta a noi, e l'antenato Pascal (ma la coincidenza col pirandelliano Mattia Pascal sembra avere ragioni diverse da quelle letterarie) affianca la sua storia a quella del protagonista. Anche in "Mauri, Mauri" sono due omonimi, separati dalla differenza d'età e uniti dalla vita, a parlarsi continuamente, e in "La regina disadorna" il discrimine spazio temporale separa con chiarezza la prima parte del libro dalla seconda. Qui, nel "Coraggio del pettirosso", il materiale documentario che, svela l'autore alla fine, ha fornito le basi della narrazione, quasi per magia sparisce e lascia il posto a due storie distinte eppure strettamente connesse. Ma non solo, perché Maggiani mette a frutto il coraggio del pettirosso e con maestria e calviniana leggerezza riesce a tratteggiare infiniti mondi: il deserto, l'Italia vista dagli italiani d'Egitto, la questione palestinese, l'anarchia, il comunismo, il terrorismo internazionale, l'inquisizione, la religione, il porto sepolto d'Alessandria, Giuseppe Ungaretti...... Il risultato è una storia di libertà, di nostalgia, di poesia e paura e amore, che regala continuamente emozioni al contempo quasi scusandosi per l'ardire.

Paola Casella e Domenico Spilinga  (19-05-2001)

Leggi tutte le recensioni di Paola Casella e Domenico Spilinga


Vota il libro!
 

Dello stesso autore
La regina disadorna
Mi sono perso a Genova - Una guida
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom