?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Il giorno dell'Indipendenza
Independence Day
Richard Ford 
blank
Romanzo, Stati Uniti 1995
470 pp.
Prezzo di copertina Lit. 35000
Traduzione: Luigi Schenoni
Editore: Feltrinelli , 1996
ISBN




Frank Bascombe è un giornalista sportivo che cerca di rimettere insieme i pezzi, dopo la morte del figlio Ralph e il successivo divorzio dalla moglie (che in "Sportswriter", la prima fase della vicenda, era diventata un'enigmatica X). A distanza di sei anni ("Il giorno dell'Indipendenza" si svolge nel lungo weekend del 4 luglio 1988) l'ex-moglie torna in possesso del proprio nome (Ann), Frank Bascombe non è più un giornalista sportivo ma è diventato un agente immobiliare con qualche problema di troppo. Con i suoi clienti, con il figlio (adolescente difficile, direbbero a scuola, colto a rubare una confezione maxi di preservativi: l'udienza è prevista per il lunedì successivo), con la sua stessa predisposizione verso gli altri e verso la vita.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Il giorno dell'indipendenza: Il fiume della vita

Dialoghi dalla psicologia calcolata al millimetro, gesti particolareggiati, un gusto complessivo per la narrazione dei dettagli che occupa tutte le pagine del nuovo libro di Richard Ford.

Non è frequente, nella narrativa, trovare un secondo capitolo con gli stessi personaggi del primo, quei famosi sequel che invece al cinema e ad Hollywood in particolare, suppliscono ad una cronica mancanza di idee. Richard Ford è esente da sospetti, essendo uno scrittore estremamente abile e attento, ma è evidente che la scelta di tornare a Frank Bascombe, il protagonista di "Sportswriter", forse il suo romanzo migliore, nasconde qualcosa che "Il giorno dell'Indipendenza" non riesce a spiegare. Perlomeno, non del tutto. La trama, come già succedeva in "Sportswriter", è scarnissima, semplice, minimale. Sembra di leggere un racconto di Raymond Carver gonfiato con estrogeni letterari di vario tipo: descrizioni minuziosissime, dialoghi dalla psicologia calcolata al millimetro, gesti particolareggiati all'eccesso e un gusto complessivo per la narrazione dei dettagli che occupa, senza tirare fiato, tutte le quattrocento e passa pagine di "Il giorno dell'Indipendenza". E', definitivamente, lo stile che si è costruito Richard Ford e, pur a rischio di diventare pedante, è quello che lo distingue. Ma i dettagli non sono mai superficiali o casuali e dietro, in profondità alla storia di Frank Bascombe, si nasconde un'intera rete di problematiche tipicamente americane: la violenza, la difficoltà di rapporti, l'indifferenza verso l'azione politica, i timori per il futuro, le questioni razziali, l'istinto per il viaggio. Argomenti che vengono affrontati nel ritmo quotidiano dell'esistenza, senza particolari speculazioni: affiorano seguendo un ritmo costante, alternandosi alle ipersensibili descrizioni dei paesaggi suburbani del New Jersey. Le coincidenze, a questo punto sono troppe, e i riferimenti sparsi all'interno di "Il giorno dell'Indipendenza", riconducono inevitabilmente a Bruce Springsteen, al suo virile populismo, alla sua morale. Non è un accostamento pop o un riferimento per i fans: è una somma di coincidenze (a partire dal titolo, "Independence Day", una delle più belle canzoni di "The River") tale da mettere entrambi sullo stesso piano. Americani, consci del fallimento della propria nazione, ma ancora fiduciosi nei rapporti umani, nel loro lavoro e nei sogni che hanno coltivato a lungo, visto crollare e per cui, comunque, sono ancora disposti a rischiare. Per migliorare la propria vita o, se non altro, per conservarne qualche buon ricordo.

Marco Denti  (20-02-2004)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 2.6 (20 voti)
 

Dello stesso autore
Infiniti Peccati
Lo stato delle cose
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom